libri

Visualizza articoli per tag: libri

Gli_angeli_vano_a_drmire_presto_Veronica_TinnierelloLIBRI- I personaggi della prima prova da autrice di Veronica Tinnirello sono ombre non approfondite. Queste figure incomplete e sempre in cerca di quella parte mancante non hanno un vero motivo di esistere nella storia, anche per questo l'autrice li tratta senza cura. Personaggi marginali che non devono diventare protagonisti, nessuna preoccupazione sull'analisi psicologica.

Pubblicato in Recensioni
Mercoledì, 17 Giugno 2009 11:30

Massimo Alviti- Rodolfo Maltese_ Alma

maltese1CD MUSICA- Massimo Alviti (finger stykist) e Rodolfo Maltese (chitarrista storico del Banco del Mutuo Soccorso) hanno collaborato insieme per questo progetto acustico, ALMA (prodotto da Terre Sommerse Edizioni), che valorizza le potenzialità della chitarra ed evidenzia le straordinarie possibilità che offre questo strumento.

Pubblicato in Recensioni
Mercoledì, 17 Giugno 2009 11:28

Alba Arena, Il lacerarsi di fragili merletti

merlettiLIBRI- Alba Arena è autrice oramai nota, scrive Il lacerarsi di fragili merletti nel 2004 dopo essersi dedicata a due altri testi interessanti: La creatura della storia inventata e Sei tu?. Autrice dallo stile poetico, fortemente ritmico e leggero ci lascia un testo che si offre alla lettura grazie al suo trattare con dolcezza la tematica narrativa.

Pubblicato in Recensioni
Mercoledì, 17 Giugno 2009 11:26

Benedetta Palmieri, Un due tre stella

1_2_3stellaLIBRI- Benedetta Palmieri inaugura la collana Nuovi Scrittori Italiani dell'Editore Tullio Pironti con Un Due Tre Stella, raccolta di quattro racconti che hanno per protagoniste altrettante donne e la loro visione della vita e dell'amore.

Pubblicato in Recensioni
Giovedì, 04 Giugno 2009 10:22

M. Saracino, La casa del demone

9788895313023LIBRI- Mauro Saracino nasce a Roma nel 1979. Appassionato di horror fin dai tempi del liceo, presenta il suo primo romanzo La casa del demone, una storia che vede come scenario Londra, luogo mistico e tetro per antonomasia, patria di quella grande letteratura horror che tutti conosciamo.
Una casa stregata in cui chi entra sembra non tornare più indietro. Miti e leggende che si intrecciano alimentando quell'aura di mistero che sin da inizio lettura ci avvolge.

Pubblicato in Recensioni
Martedì, 19 Maggio 2009 12:35

Percorsi dell’anima

[L'ILLETTERATA] 

evakentHo aperto la prima pagina di Sotto lo stesso cielo e mi sono lasciata travolgere come sempre da dediche e citazioni di apertura (chissà perché ogni volta tento di capire da queste che tipo di libro mi ritroverò a leggere): confesso che sono rimasta perplessa, l'accostamento tra Benigni, Vasco Rossi e Nietzsche è stato troppo anche per me.

Pubblicato in Rubriche
Sabato, 03 Maggio 2008 15:08

Ascanio Celestini: la storia e i lavoratori

[L'ILLETTERATA]

evakentOrmai celeberrimo attore, Ascanio Celestini è anche un abile scrittore di se stesso, visto che le partiture, che poi diventano libri venduti in abbinamento ai Dvd dei suoi spettacoli, se le scrive da solo.
Lo scorso anno (2007), proprio nel periodo primaverile, il buon Ascanio aveva portato al Teatro Ambra Jovinelli una rappresentazione di tutte le sue opere: Scemo di guerra, Radio Clandestina, Pecora Nera, Fabbrica e Appunti per un film sulla lotta di classe, che poi nel corso dell’anno è diventato un film/documentario sul collettivo auto- organizzato dei Precari Atesina, presentato alla Festa del Cinema di Roma 2007 nella sezione “Extra”.

Pubblicato in Rubriche
Mercoledì, 08 Aprile 2009 22:20

G. Secco, Postumi di un passato

Postumi_di_un_passatoLIBRI- L'opera prima di Gianluca Secco propone una carrellata di vite estremizzate, vissute a volte all'eccesso, a volte esplose o implose nel marasma dei sentimenti o delle paure. Postumi di un passato, edito dalla Aletti Editore, è un racconto nel racconto: Arturo Prezi, camionartista, interpreta tutti i personaggi di questo racconto lungo in una notte letteraria al Note Blu, "il suo locale preferito, ormai la sua casa, la sua famiglia. Arturo Prezi si rifugiava in quell'angolo di periferia per riposare le ossa affaticate, rilassare la mente con l'ottima musica che davano, bere della birra decente, fare quattro chiacchiere e, se gli capitava di avere la vena dritta unita ad un pizzico d'ispirazione e improvvisazione, buttare giù qualche racconto".

Pubblicato in Recensioni
Pagina 2 di 2
Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.