libri

Visualizza articoli per tag: libri

Martedì, 25 Gennaio 2011 17:02

L. Colla, Dizionario sentimentale per anaffettivi

Dizionario_sentimentale_per_anaffettiviLIBRO- Breve raccolta di racconti, a volte anche mezza pagina, per visitare delle vite stranamente irreali, senza un vero e proprio senso. Ventidue finestre su delle esistenze sognate, ai limiti di una realtà fatta di licenziamenti o di sangue che non è rosso, ma è acqua di mare.

Pubblicato in Recensioni
Mercoledì, 10 Febbraio 2010 19:36

M. Caporale, Una lucertola nel fiato

thumbsLIBRO- La cannula che permette a Chiara di respirare è come una lucertola nel fiato. La protagonista del romanzo di Mariella Caporale è una ragazza di appena vent’anni, al centro della storia e contemporaneamente fuori da essa, perché in coma dentro un letto di ospedale vittima della fretta, di un motorino e un semaforo rosso.

Pubblicato in Recensioni
Mercoledì, 10 Febbraio 2010 19:33

F. Fascetti, E intanto il mare sta a guardare

F.Fascetti_MareLIBRI- Alla carriera di francescanista medievale, Federico Fascetti, accompagna questo suo primo lavoro letterario, E intanto il mare sta a guardare, della Fermento Editore, in cui dimostra di saper usare le parole, saperle dosare, anche di fronte ad un argomento difficile di cui hanno scritto in tanti.

Pubblicato in Recensioni
Mercoledì, 10 Febbraio 2010 19:30

AA.VV., Nevermind

NevermindLIBRO- Come dice lo stesso curatore del volume, Marco Zarfati, nella sua introduzione, gli anni ’90 “sono stati il decennio più stravolgente della storia. […] In quegli anni tutto sembrava possibile, anche cambiare il mondo”.

Pubblicato in Recensioni
Sabato, 07 Novembre 2009 11:34

Vincenzo Santoro, Il ritorno della Taranta

il_ritorno_della_tarantaLIBRI- Nello splendido scenario dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, ha avuto luogo la presentazione del nuovo libro di Vincenzo Santoro, Il ritorno della taranta. Storia della rinascita della musica popolare salentina.

Pubblicato in Recensioni
Sabato, 07 Novembre 2009 11:33

Tiziano Scarpa, Stabat Mater

CoverLIBRI- Normalmente ho l’ abitudine di evitare accuratamente i libri pluripremiati e/o plurivenduti, perché ho come l’impressione, magari errata, che spesso dopo un tot di copie vendute o di premi ricevuti ci sia una sorta di forza di inerzia che spinge i lettori a considerare un testo valido a prescindere.

Pubblicato in Recensioni
Domenica, 18 Ottobre 2009 15:05

M. Bersani, Nucleare: se lo conosci lo eviti

9788889772300LIBRI- Quella dell’energia è, come si suol dire un’annosa questione. E lo è anche e soprattutto perché coinvolge interessi miliardari che noi comuni mortali non riusciamo neanche lontanamente ad immaginare.

Pubblicato in Recensioni
Giovedì, 17 Settembre 2009 00:49

Giallo sì, ma d’autore

[L'ILLETTERATA]

evakentCari miei come sono andate le vostre vacanze? Cosa avete letto nelle vostre escursioni al mare, in montagna, al lago o in collina o ovunque vi abbiano portato i vostri piedi e le vostre finanze?
Io sono caduta su una spiaggia e lì mi sono stabilita, contornata com’ero di sabbia bianca, di acqua blu e di un sole quasi africano meraviglioso.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 04 Agosto 2009 09:40

Dentro la valigia ci metto?

[L'ILLETTERATA]

evakentVisto che questo è l'ultimo appuntamento prima delle vacanze estive, ci tenevo a dare un po' di consigli a quei lettori indecisi che non sanno che "tomo" portarsi dietro quando partono verso le loro destinazioni vacanziere.

Pubblicato in Rubriche
Giovedì, 02 Luglio 2009 10:28

Sara Vannelli, Guarda che me ne vado

saravannelliLIBRI- Parole sgorganti, inebrianti, succulente e accattivanti. Parole che suonano, vibrano, parlano, che si fanno ascoltare, che fanno rumore. Parole vaganti e aleatorie o incisive e penetranti, dolci o sferranti. Parole sgargianti o informali. Parole che si fondono e si confondono, che dicono e non dicono, che giocano e si inseguono... Voci di campo e fuori campo, sottofondo musicale, bicchieri ridenti. E poi?

Pubblicato in Recensioni
Pagina 1 di 2

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti