Eva Kent

Visualizza articoli per tag: Eva Kent

Martedì, 27 Ottobre 2009 14:35

Superstupore

[L'ILLETTERATA]

evakentQuando ho aperto il libro di Leon De Winter la prima volta ricordo di aver pensato che, probabilmente era una cosetta così, “robetta da niente” mi son detta. Dopodiché ho cominciato a leggere e…non mi sono fermata finché non ho visto il fondo!!!

Pubblicato in Rubriche
Domenica, 18 Ottobre 2009 15:31

Quando gli uomini odiano le donne

[L’ILLETTERATA]

evakentCredo di essermi già espressa riguardo quelli che io chiamo i “fenomeni letterari di massa”: spesso rifuggo queste osannazioni a volte plateali di prodotti editoriali, che diventano oggetto di culto di massa. Non so la sensazione è che divengano un prodotto di consumo, che non abbia dall’altra parte un reale fondamento critico.

Pubblicato in Rubriche
Mercoledì, 07 Ottobre 2009 00:04

Una rivoluzione a metà

[L'ILLETTERATA]

evakentMariano De Simone, laureato in Fisica all'Università di Roma, è l’autore di Una rivoluzione a metà, edito dalla Iacobelli Editore nella collana Frammenti di Memoria, romanzo memoria della rivoluzione mancata che nel ’68 ha infiammato gli animi e regalato ideali alla gioventù italiana dell’epoca.

Pubblicato in Rubriche
Giovedì, 17 Settembre 2009 00:49

Giallo sì, ma d’autore

[L'ILLETTERATA]

evakentCari miei come sono andate le vostre vacanze? Cosa avete letto nelle vostre escursioni al mare, in montagna, al lago o in collina o ovunque vi abbiano portato i vostri piedi e le vostre finanze?
Io sono caduta su una spiaggia e lì mi sono stabilita, contornata com’ero di sabbia bianca, di acqua blu e di un sole quasi africano meraviglioso.

Pubblicato in Rubriche
Sabato, 07 Novembre 2009 12:13

Quelle voci dal vuoto

[L’ILLETTERATA]

evakentSarà perché il mio percorso di studi ha toccato e approfondito il fenomeno migratorio, che quando mi sono ritrovata tra le mani il volume di Guido Tassinari, Quelle voci dal vuoto, edito dalla Iacobelli nella collana Frammenti di memoria, sono rimasta immediatamente attratta dalla posizione da cui si guarda alla storia.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 04 Agosto 2009 09:40

Dentro la valigia ci metto?

[L'ILLETTERATA]

evakentVisto che questo è l'ultimo appuntamento prima delle vacanze estive, ci tenevo a dare un po' di consigli a quei lettori indecisi che non sanno che "tomo" portarsi dietro quando partono verso le loro destinazioni vacanziere.

Pubblicato in Rubriche
Sabato, 11 Luglio 2009 19:32

Il genio poetico e musicale di De Andrè

[L'ILLETTERATA]

evakentDevo ammetterlo, la mia conoscenza di Fabrizio De Andrè (Genova, 18 febbraio 1940 - Milano, 11 gennaio 1999) non risale affatto, come è successo per quasi tutti i miei coetanei, all'epoca della scuola superiore, quando Lui era ancora in vita e soprattutto era ancora in piena attività musicale. All'epoca ero ancora troppo poco matura e troppo presa da altro, anche musicalmente, per potermi lasciar incantare dalla poesia delle sue parole in musica.

Pubblicato in Rubriche
Giovedì, 02 Luglio 2009 10:19

Morte in un attimo…

[L'ILLETTERATA]

evakentHa un che di contagioso questa trilogia di Dale Furutani che con il volume A morte lo Shogun chiude il sipario sulle avventure del samurai Matsuyama Kaze. Anche questo romanzo è una finestra luminosa sul Giappone del 1603 che si apre e chiude tra poesia, filosofia e saggezza antica.

Pubblicato in Rubriche
Mercoledì, 17 Giugno 2009 10:53

Kaze: Samurai detective

[L'ILLETTERATA]

evakentDevo dire che, per motivi del tutto irrazionali, ho un'enorme passione per i libri "a puntate": mi sembra di vivere l'avventura più a lungo, proprio come se si trattasse di un pezzo di vita vissuta e raccontata. Scherzo del destino mi sono imbattuta questa volta in una trilogia davvero fuori dagli schemi: sia da quelli occidentali che da quelli storici.

 

Pubblicato in Rubriche
Mercoledì, 03 Giugno 2009 15:25

Perdas de Fogu: ambiente, salute e servizi segreti

[L'ILLETTERATA]

evakentLa casa editrice E/O si distingue da sempre nell'ambito letterario per la pubblicazione di opere che sono un po' fuori dagli schemi commerciali, pur avendo comunque un enorme successo di pubblico. Qui non si tratta solo di dare spazio agli emergenti, ma di dare voce ad autori italiani e stranieri che si occupano di parlare anche di argomenti scomodi o inusuali.

Pubblicato in Rubriche
Pagina 3 di 8

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti