Christian Auricchio

Visualizza articoli per tag: Christian Auricchio

Mercoledì, 16 Febbraio 2011 13:58

Un adorabile malato immaginario

[TEATRO]

MalatoImm3MILANO- Scritta e portata in scena nel 1673, Il malato immaginario, fu letteralmente l’ultima fatica di Molière. Infatti il grande commediografo francese, già da tempo malato di tubercolosi, recitò, poche ore prima di morire, proprio questa commedia, coprendo con una risata forzata la tosse che lo assillava.

Pubblicato in News
Mercoledì, 09 Febbraio 2011 12:23

Quando il rosso è cangiante

[TEATRO]

Avevo_un_bel_pallone_rosso MILANO- Sono nato negli anni Ottanta e il primo evento storico che ricordo, in modo piuttosto confuso tra l’altro, è legato alla caduta del muro di Berlino, anche se non vi nascondo che all’epoca dei fatti non capivo minimamente l’importanza di quel momento, convinto, nella beata ingenuità della mia infanzia, che si trattasse della distruzione di un semplice muro.

Pubblicato in News
Martedì, 25 Gennaio 2011 15:57

L’ isola (che c’è) di Antonio e Fausto

MILANO- Non è la prima volta che le parole di un libro prendono forma su un palcoscenico e Cuore di cactus è l’ennesima testimonianza di questa osmosi. Il libro, da cui trae il titolo l’omonimo spettacolo che sarà in scena al Teatro Franco Parenti di Milano fino al 6 febbraio 2011, fu pubblicato nel 2010 e rappresenta una delle ultime scelte della compianta Elvira Sellerio prima della sua prematura scomparsa.

Pubblicato in Report Live
Mercoledì, 24 Novembre 2010 10:05

Il Misantropo contro l’ipocrisia

MILANO- Uno dei principali pregi delle commedie di Jean-Baptiste Poquelin, meglio noto con lo pseudonimo di Molière, è stato sicuramente quello di far diventare le storie comuni, universali.

Pubblicato in Report Live
Lunedì, 07 Giugno 2010 21:06

L’insostenibile leggerezza dell’essere Lulù

Immy2MILANO- Dal 21 al 27 maggio è tornato al Teatro Franco Parenti di Milano, Lulù, spettacolo tratto dall’opera omonima di Carlo Bertolazzi, uno degli autori lombardi più rappresentativi del ‘900, celebre soprattutto per alcune sue opere in dialetto milanese, tra cui la celebre El nost Milan.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 23 Febbraio 2010 22:38

Brecht, Elio ed Intra valgon più di tre soldi

brechtMILANO- La scorsa settimana al Piccolo Teatro di Milano c’è stato un gradito ritorno, quello  di Berthold Brecht e de L’ Opera da tre soldi. Correva infatti l’anno 1956 quando Giorgio Strehler realizzò la regia della celebre opera del drammaturgo tedesco, il quale, per l’occasione, assistè alla prima italiana di uno dei suoi testi più celebri.

Pubblicato in Report Live
Mercoledì, 10 Febbraio 2010 12:05

Iacchetti si scusa (giustamente) con Gaber

[TEATRO]

Immy1MILANO- Dopo la settimana gaberiana dicembrina, a Milano si torna a dedicare un affettuoso tributo a Giorgio Gaber: l’arduo compito di riproporre alcune canzoni del signor G. ricade questa volta su Enzo Iacchetti, da sempre un grandissimo estimatore dell’opera gaberiana, oltre ad un costante divulgatore della sua produzione: non a caso Iacchetti è da anni il padrone di casa del Festival Gaber di Viareggio.

Pubblicato in News
Domenica, 13 Dicembre 2009 16:34

Italiani, nei secoli fedeli (ai clichè)

[TEATRO]

italiani3MILANO- Il 2010 sarà un anno importante per il nostro Paese: l'Italia, infatti, dovrebbe festeggiare i 150 anni della sua Unità. Ma mai come in questo caso il condizionale è d’obbligo: l’attesa infatti potrebbe anche rivelarsi vana, considerate le aspre polemiche e i soliti ritardi che aleggiano sulla macchina organizzativa dei festeggiamenti.

Pubblicato in News
Sabato, 07 Novembre 2009 11:33

Tiziano Scarpa, Stabat Mater

CoverLIBRI- Normalmente ho l’ abitudine di evitare accuratamente i libri pluripremiati e/o plurivenduti, perché ho come l’impressione, magari errata, che spesso dopo un tot di copie vendute o di premi ricevuti ci sia una sorta di forza di inerzia che spinge i lettori a considerare un testo valido a prescindere.

Pubblicato in Recensioni
Domenica, 18 Ottobre 2009 13:41

Molto rumore… per uno spettacolo

[TEATRO]

Immy2MILANO- Scritta tra il 1599 e il 1600, Molto rumore per nulla è senz’altro una delle opere shakespeariane più fortunate sul versante della rappresentazione teatrale: merito sicuramente dei dialoghi, che in quest’opera raggiungono livelli altissimi.

Pubblicato in News
Pagina 1 di 2
Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.