Partner News

l’ultimo videoclip della band orvietana in anteprima su AudioCoop

Da Martedì 14 giugno su www.audiocoop.it

 



A distanza di due anni dall’uscita del loro album d’esordio “E’ per mangiarti meglio” (Martelabel/Xbeat) i Petramante fanno uscire un singolo che sarà inserito nel secondo disco, attualmente in preparazione. Il singolo segna un cambiamento di rotta della band, che lascia in parte l’atmosfera cantautorale per abbracciare una sonorità più pop.

“L’attesa” (anticipata nel web dal video “gente che l’ha visto” un trailer costruito attraverso le espressioni di chi guarda il video) è una preghiera laica che celebra la maternità, ed è una canzone felice.

Al brano accompagna un video low-cost realizzato in puro stile fai-da-te da Francesca Dragoni, voce della band di Orvieto, che ne  spiega il senso: “L’interruzione non volontaria di una gravidanza é per molte donne una sorta di tabù, non se ne parla e si cerca di dimenticare. Avrei potuto abbandonare la canzone, invece ho scelto di renderla universale e di dedicarla alla forza creatrice di uomini e donne: modellando la mia storia attraverso la plastilina ho esorcizzato quello che è successo”.
Dal 14 giugno il video sarà  visibile in anteprima sul sito www.audiocoop.it.

 


link
petramante                           www.myspace.com/petramante

“gente che l’ha visto”        

Pubblicato in News MArteLive
Martedì, 04 Marzo 2008 17:22

Le Anteprime futuriste al Micro

Dal 7 al 21 marzo 2008
Ingresso alla mostra ore 10-13.30/16-20.30
M.I.C.R.O., Movimento Internazionale Culturale Roma
Via Monte Testaccio 34a
www.microarte.it


Confondere arte e vita, realtà e rappresentazione, coinvolgere il pubblico, scuotendolo e risvegliandolo con ogni mezzo provocatorio. È l’obiettivo di Anteprime futuriste, la manifestazione organizzata da M.I.C.RO., Movimento Internazionale Culturale Roma, e inserita nell’ambito di Uno sguardo dal ponte.
L’evento si pone a completamento del percorso di ricerca rivolto all’approfondimento e alla rilettura del Futurismo come fondamentale movimento di avanguardia del XX secolo che ha incarnato, attraverso un coinvolgimento trainante e dirompente, gli impulsi irrefrenabili e la congenita necessità di cambiamento avvertita nei primi del Novecento, fornendo un’efficace risposta ideologica alla volontà di radicale revisione dei parametri culturali in ogni attività di espressione e di pensiero creativo.
Tale ricerca fa parte della poliedrica attività di M.I.C.RO. che ha già dedicato due appuntamenti culturali – Roma Maggio 2005 ed Erice Maggio 2006 - alla riproposta del “clima” delle famose serate marinettiane per “sintonizzare le sensibilità del pubblico, esplorandone e risvegliandone con ogni mezzo le propaggini più pigre; eliminando il preconcetto della ribalta lanciando delle reti di sensazioni tra palcoscenico e pubblico”. Questo è stato lo spirito delle serate-evento proposte come esperienza e viaggio immaginario, quanto più divertente e giocoso possibile, fornendo un’originale chiave di lettura di questa significativa pagina della cultura italiana.

Le serate
Le serate sono un invito al pubblico a partecipare a un momento di festa, in cui il clima culturale futurista si presenta in tutta la sua poliedricità, spaziando dalla letteratura alla musica, alla danza, al teatro, alle arti figurative e plastiche, al cinema.
Allo stesso tempo l’evento vuole ricostruire l’apporto storico-culturale della Sicilia al movimento futurista italiano, riproponendone la complessa matrice di pensiero e ripercorrendo la storia che lega in modo inequivocabile e attuale la cultura futurista agli esiti dell’arte contemporanea.
Alcune performances realizzate da giovani alunni di scuola media, sono espressione tangibile dello slancio divulgativo e della partecipazione attiva che l’Associazione promuove anche nelle scuole.

La mostra
Alle serate futuriste farà da cornice la mostra dedicata al movimento. L’esposizione include opere prodotte dagli artisti siciliani in una più ampia cornice di riferimento nazionale.

Le donne del ventennio. Performance teatrale
La sera dell’8 marzo andrà in scena una performance teatrale dedicata alle donne del Ventennio. Un excursus ironico e storicamente valido sugli anni tra le due guerre dal ‘ 20 al ‘ 40. Il mondo femminile con le sue curiosità, i miti d’oltre oceano e le censure autarchiche di casa nostra. Mode, usanze, scoperte e sogni nell’euforia della fine della prima guerra mondiale ma tuttavia percorse dall’ombra della seconda. Personaggi noti e fanciulle sconosciute, canzoni d’epoca con accompagnamento al pianoforte dal vivo. L’attrice, Fiorella Buffa, sarà anche la voce per ricordare versi di poesie di Aldo Palazzeschi e passi tratti dal Manifesto Futurista, emblema del movimento culturale che fiorì in quegli anni.

Il M.I.C.RO.
Lo spazio culturale M.i.c.r.o., inaugurata il 12 aprile 2005 con la personale dell’artista Serge Uberti, si trova nel quartiere Testaccio. La scelta dell’acronimo, che sta per Movimento Internazionale Culturale Roma, è stata dettata dall’ubicazione della struttura, che si trova di fronte al Macro, e dalle finalità che essa si propone. Come spiega Serena Dell’Aira, responsabile e storica dell’arte, l’intento è quello di “creare una dinamica realtà culturale fondata su un processo di aggregazione tra le arti, nella piena consapevolezza che soltanto nel confronto dialettico queste possono trovare una vera e profonda rigenerazione”.

Programma

Mostra dal 7 al 21 marzo

Venerdì 7 Marzo 2008:
Introduzione alla mostra Anteprime Futuriste, lettura brani tratti dal manifesto della pittura futurista e dal Manifesto sulla danza futurista.
Spettacolo di danza futurista, realizzato da giovani allievi della scuola media Teodoro Mommsen
Performance teatrali a cura di Giampaolo Innocentini, attore, regista, drammaturgo

Sabato 8 Marzo 2008:
In occasione della giornata dedicata alla donna:
Performance teatrale “Le Donne del Ventennio”, a cura di Franco Fontana.
Declamazione di poesie di Giacomo Giardina, Enrico Cavacchioli e Francesco De Maria.
Giochi onomatopeici in interazione con il pubblico

Venerdì 14 Marzo 2008:
Concerto futurista con il gruppo musicale Alea Nova.
Letture recitate dal Manifesto dei musicisti futuristi
Vita passatista, performance realizzata dagli alunni della scuola media Ettore Majorana, a cura di Gianpaolo Innocentini.

Sabato 15 Marzo 2008:
Lettura del manifesto sulla Cucina futurista
Degustazione futurista e giochi di interazione con il pubblico
Intervento introduttivo sulla Cinematografia futurista e proiezione di segmenti di film d’avanguardia: Entr’acte (1924 Regia di René Clair); Metropolis (1927, Regia Fritz Lang); Il gabinetto del Dottor Calligari (1919, Regia Robert Wiene).
Pubblicato in News Partner
Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.