Visualizza articoli per tag: SecondoPiano

Martedì, 08 Aprile 2008 14:47

L'inno alla libertà  della musica futurista

[MUSICA]

I più risoluti affermano che senza la musica futurista e senza il fantasioso contributo del cosiddetto “rumorismo” non avremmo mai visto nascere generi come l’industrial, il noise, l’ambient e derivazioni complesse come la dodecafonia e la musica concreta di Cage. Forse Lou Reed non avrebbe mai sbeffeggiato il pubblico con il doppio disco “Metal Music Machine”, opera costruita su uno scheletro di rumore assordante, ronzii di amplificatore e stridore elettrico.  Forse Stockhausen non avrebbe mai abbattuto i confini delle sette note, distruggendo gli ultimi resti delle regole armoniche, melodiche, ritmiche e tonali che reggono la musica. 

Pubblicato in News
Martedì, 08 Aprile 2008 13:22

EXPO 2015: ha vinto Milano!

[ATTUALITA']

E l’Italia vinse! La lunga lotta tra Milano e la turca Smirne si è conclusa a favore della prima con 86 voti contro 65. Campo di battaglia, il Palais des Congrès di Parigi. Così ha deciso il Bureau des Congres riunito davanti alle delegazioni di 154 Paesi tra cui Italia con Milano e Turchia con Smirne, in pieno fermento per aggiudicarsi uno degli eventi più importanti sulla scena internazionale, previsto per il 2015. No, non siamo dinanzi ad una delle tante battaglie campali di cui i nostri libri di storia sono intrisi, siamo a Parigi, dove con abile gioco diplomatico l’Italia si è aggiudicata l’ambito Expo 2015.

 

Pubblicato in News
Martedì, 08 Aprile 2008 01:06

Le vie futuriste a Roma

[ARTI VISIVE]

“Per architettura si deve intendere lo sforzo di armonizzare con libertà e con grande audacia, l'ambiente con l'uomo, cioè rendere il mondo delle cose una proiezione diretta del mondo dello spirito.” Così recitava il settimo punto del Manifesto dell’Architettura Futurista redatto da Antonio Sant'Elia nel 1914, con lo scopo di sottolineare la funzionalità della bellezza artistica al servizio della città, concepita come lo spazio adatto a contenere le attività dell’uomo, costruito attraverso l’utilizzo di materiali grezzi e semplicemente reperibili.

 

Pubblicato in News
Venerdì, 30 Maggio 2008 16:28

"L'altra estate" ci porta al Cinema

[CINEMACITTA']

Un’estate Romana all’insegna del cinema, quella che ci viene proposta dalla bella Capitale, già in moto per organizzare i programmi del 2008. Tra concerti, eventi e mostre, ad abbellire i mesi caldi di questa estate alle porte, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Per gli appassionati di Cinema c’è la possibilità, oltre ad apprezzare l’apertura delle solite Arene, di assistere a ben due Festival.

Pubblicato in Rubriche
Venerdì, 16 Maggio 2008 01:47

Class Design a cocuzza

[IL_7 SU...]

Commento # 10 di: crocchett - pubblicato il 07 Novembre 2007, 16:13 -
Design questo? Scusate ma e' ridicolo... Quelli della Giggi Bill hanno design, questo e' una tamarrata per ragazzini... Non confondiamo le cose, su!

Non ne discuto la dotazione hardware, e ok "de gustibus" ma non esageriamo, eh?
Recensione: Gkrull XF-gn Tratatra!830: potenza e design.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 08 Aprile 2008 12:21

Sorpassare l'horror vacui

[IL_7 SU...]

 

il7Con ogni probabilità il filosofo Paul Virilio non intendeva fare l’uccello del malaugurio quando nel suo saggio “Estetica della sparizione” riferiva che il detentore del record di velocità del 1965 si domandava perché mai l’uomo aspiri “a queste terrificanti velocità, introducendosi in un veicolo su ruote che ha in sé il potere di trasportarlo verso la gloria, ma anche di dilaniarlo”. Non a caso, la ricerca dei record terrestri di velocità pura viene condotta in pianure desertiche, quasi a render conto della frase di Bacone: “Nulla è più vasto del vuoto”...
Pubblicato in Rubriche
Domenica, 06 Aprile 2008 20:07

Radio Città  Aperta festeggia i suoi trent'anni

L’Associazione culturale “Casa della pace", in Via di Monte Testaccio 22 presenta IO STO CON VOLONTE’, dibattiti, proiezioni, spettacoli teatrali, musica dal 9 all'11 aprile 2008. Direzione artistica di “AttriceContro”

Nella ricorrenza di quello che sarebbe stato il 75° compleanno di Gian Maria Volonté, tre giornate di teatro per ricordare lo spirito artistico di quello che oltre ad essere stato uno tra i più grandi attori della scena internazionale ha sempre messo la sua arte al servizio della società.
Come è noto Volonté rifiutò, durante la sua lunga carriera, numerosi ingaggi superpagati per dedicarsi al teatro di strada, o a documentari autoprodotti dai contenuti “scomodi” (come quello sull’anarchico Pinelli), per poi tornare al grande cinema solo quando riteneva il film uno strumento di denuncia delle ingiustizie e dei soprusi che il sistema infligge ai più deboli e agli indifesi.
Il suo credo artistico, il profondo rispetto per il suo lavoro, lo hanno reso un esempio di coerenza e di lotta anche dal punto di vista politico, come quando contribuì a stilare un Manifesto per la difesa  della dignità della figura dell’attore. Non ebbe paura di sfidare e “provocare”, utilizzando le sue interpretazioni incredibilmente realistiche per denunciare le storture di un sistema spesso criticato senza sconti.

In questo momento il nostro paese è quasi totalmente privo di spazi per la creazione e la diffusione di una cultura alternativa; la possibilità di lavorare è quasi del tutto riservata ad appartenenti a “caste” esclusive e chiuse. Ci sembra indispensabile, aprire un dibattito su questo momento storico, prendendo spunto proprio dall’eredità artistica che Volonté ci ha lasciato. I dibattiti che si terranno durante le tre giornate organizzate presso la Casa della Pace saranno l’occasione per riprendere un discorso interrotto ormai da troppo tempo: invitiamo quindi attori, compagnie, produttori indipendenti, artisti e giornalisti a partecipare alla discussione e al confronto.

Aprirà la rassegna l’intervento del  prof. Ferruccio Marotti direttore del teatro Ateneo presso università la Sapienza, nonché regista del film-documentario Gian Maria Volontè -Un attore contro-
Parteciperanno al dibattito del 9 aprile la regista Wilma Labate e Carlo Marrapodi (operaio/attore della Thyssenkrupp); sono stati invitati anche i registi Dario Argento, Mario Monicelli ed altri artisti il cui impegno costituisce un esempio di indipendenza del cinema e del teatro dai poteri forti e dal conformismo dilagante.
Durante la tre giorni una suggestiva  mostra  ripercorrerà la storia di Radio Città Aperta con foto, manifesti e altre testimonianze che ripropongono una parte del percorso di una voce che da trent’anni  propone un’informazione libera e indipendente!
Tra gli ospiti presenti:
Olimpia Della Corte (artista visiva) che per l’evento allestirà un micro intervento artistico: Si tratta di tre opere pittoriche ( inedite ) dal titolo " nel segno ( 3 )" acrilico su tela, due, sono di dimens. 100 x 150 cm e l' altra 100 x 100 cm. Questi tre dipinti sono 3 frammenti di un progetto grafico/ video/fotografico più ampio che affronta soprattutto nell' aspetto pittorico il tema dell' " osservato/osservatore " il testimone... costretto o autocostretto alla presenza del suo sguardo...?
Antonio Carletti (autore, attore) che ci regalerà un estratto del suo spettacolo “Tra pochi giorni è natale”, performance teatrale incentrata sulla figura dell’anarchico Pinelli.
Simone Amendola (regista),Stefano Giannuzzi (regista indipendente), Mario Palmieri (attore, regista indipendente) e molti altri!


Programma

9 Aprile

•    ore 18.00 - Documentari e immagini su Gian Maria Volonté
•    ore 19.00 - “Ciro il Piccolo”, film-documentario di Wilma Labate
•    ore 19.30 -  dibattito “L’attore: un mestiere che deve riconquistare spazi e dignità”
•    ore 21.00 - spettacolo teatrale “Se questo è un operaio” di e con AttriceContro
•    ore 22.00 - concerto “Canzoniere della memoria”

10 Aprile

•    ore 18.00 - Gian Maria Volontà, un attore del popolo. Immagini e reperti storici
•    ore 18.45 - "Il cantiere dei dannati" di Geraldine Schwarz
•    ore 19.00 – dibattito: La Rai, le fiction, i casting, la distribuzione cinematografica, i finanziamenti
• Malgré le supérieur chiffre en compagnie de personnes qui ont obligation avec Levitra 20mg , cette demande en contrepartie celui produit reste légèrement inférieure.   ore 21.00 - spettacolo teatrale: “Ballata per una morte bianca” di e con Stefano Seproni

11 Aprile

•    ore 18.00  - documentario “Tre ipotesi sulla morte dell’anarchico Pinelli”
•    ore 19.00 - dibattito: Creare un movimento di artisti popolari impegnati nella costruzione di un tessuto nuovo per conquistare dignità e nuove opportunità: è possibile unendo le forze?
•    ore 21.00 - spettacolo teatrale tratto dal libro “Gli occhi di Piero, storia di Piero Bruno un ragazzo degli anni ‘70” di M. Coccia e F. Giannini

«Io accetto un film o non lo accetto in funzione della mia concezione del cinema. E non si tratta qui di dare una definizione del cinema politico, cui non credo, perché ogni film, ogni spettacolo, è generalmente politico. Il cinema apolitico è un’invenzione dei cattivi giornalisti. Io cerco di fare film che dicano qualcosa sui meccanismi di una società come la nostra, che rispondano a una certa ricerca di un brandello di verità. Per me c’è la necessità di intendere il cinema come un mezzo di comunicazione di massa, così come il teatro, la televisione. Essere attore è una questione di scelta che si pone innanzitutto a livello esistenziale: o si esprimono le strutture conservatrici della società e ci si accontenta di essere un robot nelle mani del potere, oppure ci si rivolge verso le componenti progressiste di questa società per tentare di stabilire un rapporto rivoluzionario tra l’arte e la vita.»

Gian Maria Volonté, 1984
Pubblicato in News Partner
Giovedì, 20 Marzo 2008 12:31

Un Clochard per Pasqua

In attesa della Pasqua, anche per riflettere un po’ siamo andati ad assistere ad una serata particolare. Di quelle che non ti capita di vivere troppo spesso.
Di solito una serata tributo viene organizzata per qualche artista, poeta, pittore, musicista che sia, giunto già da un po’ alla fine dei suoi giorni. Invece stavolta è diverso. Il Circolo degli Artisti di Roma, martedi sera 18 marzo ha visto alternarsi sul palco le migliori espressioni artistiche della scena romana indipendente: Tetes de bois, Momo, Collettivo Angelo Mai, Riccardo Sinigallia, Raffaella Misiti + Stefano Scatozza (Acustimantico), Luca de Nuzzo + Andrea Pandolfo, Alessio Bonomo. , Filippo Gatti e Giulia Anania, Rocco PapaleoA tenere le fila della serata un Andrea Rivera particolarmente in forma.
Pubblicato in Editoriali
Pagina 8 di 9

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti