Mercoledì, 28 Ottobre 2009 12:30

A.Vitale, 24 racconti e mezzo

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

A.Vitale_24raccontiLIBRI- Dice Amedeo Vitale nell’introduzione di 24 racconti e mezzo, che è un po’ una sorta di spiegazione del libro: “L’idea è stata raccontare. Raccontare i miei viaggi con le immagini e immaginare dei racconti che avessero dentro quelle immagini […] 24 racconti e mezzo, 24 foto e mezza; sensazioni e suggestioni che volevo condividere”.

E tanto basta a farci capire l’armonia che anima le pagine di questo volume della Iacobelli Editore e la strada che si percorre nell’arrivare fino all’ultima immagine: una mezza fotografia.
Ogni foto una storia, decisamente inventata, frutto della fantasia più sfrenata, ma anche per questo ancora più tenera, delicata, vera, dolce.
Vitale entra nel vivo delle persone che non conosce immaginandone le storie; ne coglie un attimo e ne racconta una vita, a volte dolorosa, difficile, a volte fantasiosa, oltre i limiti, le convenzioni.
Un libero peregrinare, per il lettore, fra le parole e i luoghi del mondo: 24 racconti e mezzo, 24 foto e mezza. Sensazioni e suggestioni da condividere con il lettore/viaggiatore, storie da rivedere nelle foto posizionate a fine libro, o ancora di più negli 8 quadri di Lorella Fernando, tratti da alcune delle foto che più hanno colpito l’artista.

E allora incontriamo Rajka, Luis e Fernando, Omar, Antonio, Ahmer, Munshi, Tristan, Marcelo, le tre donne del gelato a San Francisco, storie di gente di tutto il mondo, nomi che scorrono lievi fino ad arrivare al protagonista assoluto del finale: il mezzo racconto, la mezza foto: Amedeo. Amedeo Vitale e la sua voglia di raccontare, di far sognare gli amici e i lettori e la sua innata capacità di immaginare storie che sono “iperreali”, ma talmente verosimili da lasciarci credere, immaginare, sperare che la libera espressione della fantasia è ancora possibile.
Da leggere perché…
non bisognerebbe mai dimenticare il bisogno tutto umano di inventare e raccontare storie.

Amedeo Vitale, 24 racconti e mezzo, Iacobelli Editore, pag. 271, € 12

Edyth Cristofaro

Letto 8330 volte Ultima modifica il Domenica, 02 Gennaio 2011 12:42

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti