SMART: Convegno sulla Cultura Sostenibile presso LUISS

Un evento sul tema della città che cambia

Primo Appuntamento, Citta’ e Societa’ tra Creativita’ e Impresa Sociale

Un format di un giorno, un evento diviso in due sessioni, SMART riunisce opinionisti e operatori provenienti da diversi settori della cultura e dell’innovazione nel racconto di una nuova società possibile.

Programma

La città della creatività e della cultura

Come si costruisce l’immagine di una città? Le Olimpiadi, gli Expo, le Fiere e i Festival, i Grandi Eventi da sempre rappresentano l’occasione per l’affermazione di un territorio. Affinché sia davvero possibile costruire una città nell’immaginario delle persone, è indispensabile che i contenuti, le attrazioni, i servizi e le infrastrutture dialoghino tra loro. Il brand città è un concetto ormai diffuso nel mondo. La rivista Monocle dedica periodicamente una classifica sul tema del soft power e del livello di attrattività delle più evolute città al mondo. L’efficienza, l’organizzazione, la qualità della vita, il livello di offerta culturale, l’attenzione all’ambiente, l’ospitalità, la creatività e la presenza di luoghi di aggregazione giovanile sono solo alcuni degli elementi da prendere in considerazione.Ma sono, comunque, un punto saldo da cui partire.

Sessione mattutina - modera Davide Pellegrini

Partecipano:

Costruire il brand città  10.00-12.30

Paolo Testa, le Città e l’Innovazione

Stefano Boeri, le Città e la Cultura

Alessandro Garofalo, le Città Creative

Irene Tinagli, le Città dei Talenti

Vincenzo Cristallo, le Città dei Makers

 

La città tra turismo e cultura 12.30-13.15  

Manuela Rafaiani, il turismo e le Città

Claudio Sestili, gli eventi e le Città

 

Coffee break

La città delle imprese tra sostenibilità e settore sociale

Una città cambia quando cambiano le percezioni dei suoi abitanti. Che ci si trovi di fronte a una grande mutazione antropologica e sociale è chiaro a tutti. Quel che a tratti può apparire meno chiaro è che, nella rottura molto forte di un equilibrio, si nasconde spesso l’opportunità di edificare il nuovo, e tracciare uno scenario innovativo di quel che sarà. Le imprese di oggi sono chiamate a partecipare responsabilmente alla costruzione di una nuova società e a farsi interpreti della sostenibilità di nuovi modelli, più attenti al sociale, consapevoli dell’importanza del capitale umano, sia rispetto all’innovazione che all’apertura di nuovi possibili mercati.

Sessione pomeridiana – modera Francesco Rullani

Partecipano:

Le innovazioni e le Città  14.30-16.30

Eugenio La Mesa, le Città e l’impresa sociale

Andrea Limone, le Città e il micro-credito

Gaetano Di Pasquale, le Città e i servizi civili

Luciana Delle Donne, le Città dell’integrazione

 

I Makers tra produzione industriale e ricaduta sociale  16.30-17.15

Enrico Bassi, La rete FabLab, i makers e il City Making

Dario Carrera, Impact Hub , le factory dell’innovazione sociale

Dibattito e Conclusioni

L’evento è aperto al pubblico.

Per motivi organizzativi è richiesta la registrazione

Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.