CNAM SU COMMISSARIAMENTO SIAE: LA SCELTA DOVRÀ ESSERE CONDIVISA

Apriamo un Tavolo tecnico ad associazioni e sindacati di settore”

 

“Il Coordinamento Nazionale degli Amici della Musica lancia la proposta di un tavolo di discussione aperta ad associazioni, comitati e sindacati del settore musicale, per venire a capo della crisi della SIAE. Non possiamo ancora una volta subire decisioni del governo e dei grandi editori sulla politica che dovrà portare avanti la SIAE nei prossimi mesi.” Lo afferma il Coordinamento Nazionale degli Amici della Musica, che raccoglie numerose sigle del circuito musicale indipendente tra cui AudioCoop, Arci, Mei, Rete dei Festival, Sos Musicisti, Fiofa, Diritto alla Musica, e altri.

 

“Siamo stati tra i primi a segnalare, il mese scorso, la necessità di una presa di posizione forte in merito alla SIAE – dichiara il coordinamento degli Amici della Musica. Con responsabilità e decisione, nel corso dell’ultimo Tavolo Nazionale abbiamo lanciato il nome dell’ex assessore comunale di Roma, Umberto Croppi, come Commissario della Siae.

 

Da quel momento, sono state molte le associazioni e tante le realtà che ci hanno contattato per condividere con noi la forte preoccupazione per un momento di precarietà della SIAE. Tali associazioni di settore sollecitano, infatti, una scelta del Commissario unitaria e condivisa, con due sub-Commissari che operino per l’affermazione della Federazione dei diritti quale soggetto unico a tutela dei piccoli e medi autori e editori. Proprio per rispondere a queste sollecitazioni lanciamo questo momento di discussione.

 

La Siae è uno dei soggetti centrali del “Sistema Cultura” del nostro Paese e si auspica che la discussione sul suo futuro debba essere il più possibile partecipata e trasparente. Pertanto, le scelte che saranno prese sulle tariffe, sulla gestione dei proventi, sulla loro ripartizione, sulla governance della società, non riguardano solo i cosiddetti “aventi diritto” ma incidono sul livello di accesso alla cultura, sulla possibilità di promuovere il pluralismo culturale, di sostenere i giovani autori, oltre che sul sostegno alle piccole e medie imprese del settore.”

 

Il governo ha l’obbligo di scegliere, quale Commissario Siae, una figura con delle competenze specifiche nel campo del diritto d’autore con elevata sensibilità culturale per tutte le espressioni della creatività umana e che abbia le opportune competenze ed esperienza per intervenire nella gestione unitaria dell’Istituto, avvalendosi delle migliori professionalità interne all’Istituto.

 

Roma, 2 Marzo 2011

 

Associazioni presenti nel Coordinamento Nazionale Amici della Musica

 

ACISA

AIAT

ARCI

ARIACS

AUDIOCOOP

AIRL

AIPM

COA

COS

DOC SERVIZI

DIRITTO ALLA MUSICA

FIOFA

FISTEL-CISL

FEDERCULTURA-Coonfcooperative

FEDERART-Confimprese

I-JAZZ

IASPM

ASSOCIAZIONE I-TALENTO

MECENATE ‘90

MEI

MUSICA IN PIEMONTE

UILCOM-Uil

LA RETE DEI FESTIVAL

SIAM-CGIL

SOS MUSICISTI

UNASP-ACLI

UNIONEARTISTI

VIDEOCOOP

ARTE E SPETTACOLO

Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.