Mercoledì, 24 Novembre 2010 11:31

Tutto su mia madre

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
[TEATRO]

foto1ROMA- Appena 11 anni dopo il capolavoro cinematografico di Pedro Almodovar, Tutto su mia madre diventa uno spettacolo teatrale e, con l'adattamento di Samuel Adamson, viene rappresentato per la prima volta in Italia dal 16 al 28 novembre nella suggestiva cornice del Teatro Eliseo di Roma.

La sera della prima non pochi in platea si chiedevano bisbigliando se il regista Leo Muscato sarebbe riuscito a non scimmiottare e far rimpiangere “l’originale”; per non parlare degli attori che dovevano confrontarsi con non pochi “mostri sacri”: da Cecilia Roth, Antonia San Juan e la musa di Almodovar, Penélope Cruz. Il risultato?
Contro ogni facile previsione l’esperimento funziona, eccome! Complice un cast dall’interpretazione ispirata e dal forte impatto scenico, lo spettacolo, dopo le prime scene un po’ “incerte”, spicca il volo e riesce a costruirsi una fisionomia “altra” rispetto al film, grazie anche a delle scelte che puntano, come afferma lo stesso regista, sulla distanza rispetto alla pellicola cinematografica: “il testo di Adamson ha un andamento quasi onirico ed Esteban diventa una figura Kantoriana, un specie di Virgilio che prende lo spettatore  per mano e gli fa fare un viaggio”.
Una certa invadenza delle musiche poi però, man mano, la vicenda attanaglia, commuove, trascina via. Fino al dolente epilogo affidato agli struggenti versi del Garcia Lorca di Nozze di sangue (ancora un omaggio al teatro: piuttosto, ma perché nessuno fa più Nozze di sangue in Italia?).

Angelo Passero

Letto 10414 volte Ultima modifica il Venerdì, 26 Novembre 2010 07:48

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti