Visualizza articoli per tag: arti visive

[ARTI VISIVE]

Aggregates1ROMA- In questo nuovo numero di MArteMagazine ho il piacere di presentarvi la mostra dedicata a Francesco Patriarca, un artista romano la cui passione per la fotografia si esplica attraverso il rapporto tra l'uomo ed il paesaggio su cui si inserisce.

Pubblicato in News
Giovedì, 02 Luglio 2009 10:41

Scusi la domanda...il genitivo di Gioia?

[ARTI VISIVE]

rev746611ROMA- Presso gli spazi della Galleria espositiva EXROMACLUB è stata inaugurata la mostra collettiva Gioia, ae. Un fotografo per caso. L'esposizione, a cura di "Sguardo contemporaneo", collettivo di giovani critici d'arte e curatori formatisi presso l'Università di Roma Sapienza conta sei opere di sei artisti diversi e un video.

Pubblicato in News
Giovedì, 02 Luglio 2009 10:40

Storia di due Muse superbe

[ARTI VISIVE]

transitiBARI- Quando il 19 agosto 1839 la fotografia viene presentata a Parigi alla Acadèmie des Sciences et des Beaux- Arts, la reazione degli artisti (pittori, scultori, letterati, da Ingres a Baudelaire) è inizialmente di grande chiusura. Il favore popolare accordato alla fotografia viene interpretato come potenziale pericolo.

Pubblicato in News
Venerdì, 25 Settembre 2009 21:00

Roberto Taito tra Realtà e Illusione

[GRAFFI(A)TI AD ARTE]

shibaQuante volte avete visto un quadro e vi è sembrato che l’immagine uscisse dalla tela, che la mano che porgeva il fiore, che carezzava l’ermellino, o che si sfiorava i fianchi morbidi, dopo quella carezza avrebbe toccato  voi che gli stavate di fronte? Se vi è successo, ritroverete quella sensazione con le “illusioni” di Roberto Taito.

Pubblicato in Rubriche
Mercoledì, 22 Luglio 2009 00:22

Le perfomances colorate di Corviale Urban Lab

[GRAFFI(A)TI AD ARTE]

shibaUn primo autobus mi lascia sui Colli Portuensi, da lì credo di essermi persa: attorno a me solo  il palo che indica la fermata e il nulla. Penso: sto andando ad un evento d'arte, non si potrà svolgere in un'oasi nel nulla, vero? Corviale non dovrà essere molto distante, mi incammino verso la fermata successiva.

Pubblicato in Rubriche
Mercoledì, 22 Luglio 2009 00:16

Graffiare i muri grigi per trasformarli in visioni

[DIMODA & DEMODE']

ileniapolsinelliHa riempito mezzo mondo con la sua guerrilla art, da Bristol a New York passando per la via che divide Israele e Palestina. I suoi lavori sono venduti a centinaia di migliaia di sterline, e se mette in vendita qualcosa nel web, il suo sito viene immerso da innumerevoli richieste. Insomma, di lui si sa semplicemente il suo nome d'arte, Banksy, nulla più: non ha un volto, nessuno sa realmente chi sia.

Pubblicato in Rubriche
Sabato, 11 Luglio 2009 19:06

Il bianco e nero delle storie di Daniele Pinti

[GRAFFI(A)TI AD ARTE]

shibaUn purista dell'immagine sceglie il bianco e nero, un purista della fotografia sceglie lo scatto unico e rifiuta le elaborazioni di post produzione, ergo Daniele Pinti fa parte di quella cerchia di fotografi "antichi" che non ha bisogno di costruire, rielaborare, per stupire lo spettatore con un'immagine perfetta.

Pubblicato in Rubriche
Giovedì, 02 Luglio 2009 13:32

Le Balene invadono Roma

[GRAFFIATI AD ARTE]

shibaQualche giorno fa la notizia che la moratoria sulla caccia delle balene a scopi commerciali è in fase di allentamento ha riportato, nello scorrere dei telegiornali, immagini cruenti di cetacei catturati. Islanda e Giappone fanno asse utilizzando il paravento della ricerca scientifica per riaprire la caccia di una specie protetta dal 1963.

Pubblicato in Rubriche
Giovedì, 02 Luglio 2009 10:39

La pressione di un grido

[ARTI VISIVE]

La_pressione_di_un_grido1ROMA- Ci sono momenti nella vita dell'uomo in cui la certezza di esistere viene a mancare, crollano le basi che sorreggono il suo essere al mondo e tutto appare così labile e spaventosamente deforme. Dal silenzio della terra si apre un vortice e fa cadere nella sua gola profonda tutto ciò che incontra, senza distinzione né ripensamenti.

Pubblicato in News
Mercoledì, 24 Giugno 2009 09:05

C’era una volta il blu

[ARTI VISIVE]

yves_klein_blueLUGANO- "C'era una vota un flautista che un giorno si mise a suonare una nota unica, continua e ininterrotta. Dopo aver fatto così per vent'anni, sua moglie gli fece notare che gli altri flautisti producevano un'ampia gamma di suoni armoniosi e persino intere melodie, creando una certa varietà. Ma il flautista monotono replicò che non era colpa sua se egli aveva già trovato la nota che tutti gli altri stavano cercando".

Pubblicato in News
Pagina 14 di 18
Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.