A Napoli l'ultimo appuntamento di selezioni per la sezione Teatro

Ultimo appuntamento con le selezioni campane di MArteLive, per la sezione Teatro. Sarà il “Mamamu Bar”, storico locale del centro storico napoletano, ad ospitare, giovedì 15 settembre, due performance in concorso. Si inizierà alle ore 21:30  con  “Villon: il Romanzo del Peto del Diavolo” di Andrea Saggiomo, con Gaëlle Cavalieri, Antonio Laurenti, Andrea Saggiomo. Un lavoro ispirato al primo dei poeti maledetti, François Villon, la cui storia esistenziale fatta di miseria, prigione, crimine e passione sessuale è raccontata con tutte le contraddizioni del carattere bohèmien: ai toni irriverenti e ironici si alternano quelli struggenti, poetici e malinconici, alla pietà più profonda la trascinante sensualità, mettendo in luce una figura "tragicamente umana" del poeta. La compagnia di Saggiomo presenterà un estratto di venti minuti del lavoro completo. Seguirà “Candido”,  regia e adattamento  Marco Luciano, interpretato da Gaetano Battista. Uno spettacolo di denuncia, che riporta l’attenzione alle tante morti bianche che ricoprono le pagine di cronaca dei nostri giornali, come quella del muratore di 29 anni, di origini calitrane, trasferitosi a Trieste per cercare lavoro, quello stesso lavoro per cui verrà sfruttato e nel quale perderà la vita. Il lavoro è vincitore del bando nazionale Holden “ Home Festival Bisaccia”.


Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti