Incontro pubblico Cultura Bene Comune

INVITO AGLI ARTISTI, OPERATORI CULTURALI, STRUTTURE PRODUTTIVE, SPAZI CULTURALI…

A partecipare all’ incontro / confronto pubblico 

CULTURA BENE COMUNE ?
Il presente e il futuro per la cultura 
nell’ area metropolitana di Roma e nel territorio della Regione Lazio

MERCOLEDì 20 APRILE 2011
h. 16.30 - h. 19.30
TEATRO INDIA 
Lungotevere Vittorio Gassman 1 - Roma 
(già lungotevere dei Papareschi) 

Sono stati invitati a partecipare:
Fabiana Santini Assessore alla Cultura – Regione Lazio
Cecilia D’ Elia Assessore alle Politiche Culturali – Provincia di Roma
Dino Gasperini Assessore alle Politiche Culturali – Comune di Roma

Hanno già confermato la loro presenza Dino Gasperini e Cecilia D’ Elia 

A gennaio del 2011 molte strutture finanziate dalla Legge 32 ** insieme ad altre realtà culturali della scena contemporanea attive nel tessuto urbano di Roma e nella Regione Lazio hanno sentito la necessità di creare un Coordinamento per fronteggiare in modo unitario il blocco dei pagamenti da parte della Regione Lazio per le attività svolte nel 2010 tramite il finanziamento della L32, per avere risposte riguardo alle risorse economiche previste per la cultura per il 2011 da parte della Regione Lazio, del Comune di Roma e della Provincia di Roma, e per aprire un confronto reale tra gli Enti Pubblici e le strutture produttive sulle politiche culturali in atto.

Il 2 marzo il Coordinamento “Cultura Bene Comune” ha tenuto una conferenza stampa / presidio davanti alla sede della Regione Lazio per ribadire come l’ attuale incertezza economica ricada su centinaia di lavoratrici e lavoratori dello spettacolo – artisti, operatori culturali, tecnici, … - e metta in crisi l’offerta culturale e artistica nella metropoli di Roma, nella Provincia di Roma e in tutto il territorio della Regione Lazio.
Dopo la conferenza stampa un’ ampia delegazione del Coordinamento ha incontrato l’ Assessore Fabiana Santini - Regione Lazio - e successivamente l’ Assessore Dino Gasperini -Comune di Roma - .

L’incontro del 20 aprile nasce dall’ esigenza del Coordinamento “ Cultura Bene Comune” di aprire un ampio confronto PUBBLICO tra gli operatori culturali, gli artisti, le strutture produttive e gli Assessorati alla Cultura di Regione, Provincia e Comune e si inserisce all’interno del percorso messo in campo dal Coordinamento per costruire una piattaforma progettuale che, partendo dalle difficoltà del presente - mancati pagamenti per le attività 2010, tagli indiscriminati alla cultura, totale incertezza sui fondi e le prospettive per il 2011 - inizi a delineare un sistema che possa essere un reale modello di sviluppo per le attività culturali contemporanee. 
Nella convinzione che il vivace, multiforme e attivo tessuto di produzione artistica e culturale che in questi anni si è sviluppato nel Lazio, e che le migliaia di cittadini e spettatori che hanno partecipato agli eventi proposti, abbiano diritto a confrontarsi con un sistema culturale dinamico, con una maggiore trasparenza nelle modalità di gestione e di erogazione dei fondi pubblici destinati alla cultura, con delle politiche culturali capaci di interagire con le progettualià artistiche che si sono sviluppate nel loro territorio.


**Nel 2010, nella Regione Lazio, 162 strutture (associazioni / cooperative / fondazioni/ comuni), attraverso Bandi Pubblici sono state finanziate dalla Legge regionale n. 32 (legge regionale 10 luglio 1978 n. 32 e successive modifiche), realizzando 162 progetti culturali, disseminati in tutto il territorio regionale, estremamente variegati nella loro proposta culturale – dai festival do danza alle rassegne di teatro contemporaneo, dalla musica elettronica alle attività interculturali e per bambini – che hanno attraversato centinaia di luoghi diversi della Regione – dai teatri agli spazi urbani, dai castelli medievali ai parchi – dando lavoro a centinaia di persone e coinvolgendo nelle proprie attività migliaia di cittadini e spettatori e creando un offerta artistica e culturale di qualità.



INFO: 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti