Mercoledì, 09 Febbraio 2011 11:46

Red details: il rosso è d’obbligo

Scritto da Eva Di Tullio
Vota questo articolo
(1 Vota)
[ARTI VISIVE]

IMG_22111ROMA- Era un sabato come tanti altri, all’insegna degli aperitivi, delle sbronze e degli anticipi di Campionato che avrebbero incollato davanti agli schermi qualche migliaio di italiani solitari in cerca di facili divertimenti, una serata noiosa per molti, ma non per noi con la nostra innata curiosità per l’arte.

Proprio noi quel sabato eravamo nel cuore del Rione Monti a goderci la mostra Red details organizzata dagli studenti dalla Scuola di Illustrazione Officina B5 di Trastevere presso la Vineria Libro Divino e conclusasi lo scorso 30 gennaio.
Le opere realizzate per la mostra sono state costruite tenendo in considerazione un dettaglio fondamentale: quel colore rosso che gli artisti hanno voluto esprimere ognuno in modo molto personale, con tocchi di creatività che ci fanno dimenticare che stiamo parlando di emergenti. Così Lorenzo De Luca, Daniela Di Gennaro, Pierpaolo Tarea e Stefania Tartaglione, gli artisti riuniti per questa mostra, hanno appassionato tutti i partecipanti mostrandoci la loro creatività in un concentrato di disegni che non ci stancheremmo mai di guardare.

Le opere di Lorenzo De Luca sembrano venire da un fumetto, pregne di colore e di un’espressività fortemente delineata che quasi sembra uscire dal supporto per imprimersi nella mente; in molte composizioni le figure giocano con lo spettatore a viso coperto, vogliono forse provocare la sua vista, come uno stencil che copre il grigiore dei palazzi che ci circondano. Impressiona il bambino fermo a guardare lo spettacolo desolante che si sta svolgendo davanti ai suoi e ai nostri occhi, quel fumo che sale in cielo, quel cielo rosso che sa di guerra, una guerra al nostro futuro.
Daniela Di Gennaro invece ci propone dei soggetti per così dire “cittadini”, a tratti assenti come il passeggero della metropolitana che vede intorno a sè i suoi pensieri diventare tante piccole parti, come appartenenti a quel mosaico a cui dà le spalle; oppure ci troviamo di fronte ad una pioggia inesistente che cade sul grande ombrello rosso sotto cui si ripara una fanciulla di cui non conosciamo l’identità.
Il rosso di Pierpaolo Tarea si esprime su piccoli dettagli, come quelli legati ai ricordi d’infanzia della bambina che sta per tuffarsi tra le onde del suo splendido mare, che le bagnerà il costumino azzurro oppure nei capelli della fanciulla di cui conosciamo solo il profilo e il corpo, nudo e snello.
Infine, Stefania Tartaglione ci conduce per mano in un mondo misteriosamente affascinante, dove anche le bambole hanno una vita, rubano di nascosto il rossetto alle mamme delle bambine che di giorno le stringono, e di soppiatto escono di notte a cercare la loro anima. E nella loro fuga incontrano fanciulle vaganti per i boschi che all’alba tornano a casa, inebriate dall’odore della natura rossa che si manifesta in ogni istante.
Davvero una mostra intensa, toccante e affascinante che ci ha lasciati quasi senza fiato e tra un’opera e un sorso di vino siamo tornati a casa ubriachi di rosso.

Eva Di Tullio

Letto 13656 volte Ultima modifica il Giovedì, 10 Febbraio 2011 11:30

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti