Giada Prandi a Teatro Vascello di Roma

Dal 18 al 28 novembre, Sala Studio del Teatro Vascello di Roma di Aldo Nicolaj con Giada Prandi, vincitrice di MArteLive 2010 per la regia di Massimo Di Michele.

Scritto apposta per me è l’esilarante spaccato della vita di una giovane attrice che, al solito in attesa del provino decisivo, assiste allo sgretolarsi progressivo del mondo fatuo che la circonda, popolato da registi infidi, produttori senza scrupoli, attricette raccomandate, drammaturghi irraggiungibili che potrebbero scrivere quel sospirato testo “fatto apposta per me” che le darebbe la sicurezza di essere “brava e bella” davvero.

{tab=Note di regia}
Note di regia
Senza Arte nè Parte
Il sogno di ogni attore è avere un testo che calzi a pennello, che paia cucito su misura come un bel vestito pescato a caso ai saldi e così naturalmente perfetto da sembrare un miracolo.
Quella dell’attore è una vita di attese, di fortunate casualità e più spesso, di assurde fatalità che sembrano piovere come coltelli, a rovinare tutto.
Raramente lo svolgersi degli eventi che lo coinvolgono dipende dalla sua volontà, di norma altri, magari meno competenti, decidono del suo destino. Il successo è un miraggio che molti  inseguono ciecamente, senza rendersi conto di perdere gradualmente il controllo della propria vita. Fragilissimo essere, l’attore, in balia di tutto e di tutti; figura grottesca suo malgrado, in Italia più che altrove, nel paese dove la meritocrazia è così spudoratamente ignorata e la professionalità spesso sfruttata, sottostimata, svenduta al mercato.

E la sua identità si logora tra milioni di occasioni perdute, di possibilità sottovalutate e di estemporanee illuminazioni: “Ma poi le cose importanti nella vita sono altre”… O no? Tanto vale prenderla con ironia!
Con l’ironia graffiante e sarcastica che contraddistingue gran parte delle sue opere, Aldo Nicolaj  ci offre un ritratto irriverente e cinico della vita dell’attore e del mondo dello spettacolo. Un testo che, pur compiendo quest’anno  30 anni di vita, stupisce per la sua straordinaria attualità e capacità di far riflettere sorridendo.

musiche originali: Stefano Switala
disegno luci: Giuseppe Di Giovanni
costumi: Giuseppe Testa
scene: Cristina Gardumi
produzione Aut-Out

{tab=Giada Prandi}
Giada Prandi
Si diploma nel 1999 all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica "Silvio D’Amico" di Roma. Ha lavorato con numerosi registi, per il cinema, la televisione e il teatro, tra i quali: Pupi Avati, Lodovico Gasparini, Gianfranco Albano, Simone Carella, Manuela Kustermann, Luciano Damiani, Roberto Guicciardini, Luciano Melchionna, Juan Diego Puerta Lopez, Gabriele Pignotta
Premio Martelive 2010

{tab=Massimo Di Michele}
Si forma presso il Piccolo Teatro di Milano diretto da Giorgio Strehler. Frequenta il corso di perfezionamento Santa Cristina diretto da Luca Ronconi.
Tra le sue regie, Il funerale del padrone di Dario Fo, Affettati all’italiana di Francesco Ghiaccio, Medea-Black di Michel Azama, Quel silenzio pieno di voci (Studio su Pasolini), Il bello degli animali è che ti vogliono bene senza chiedere niente di Rodrigo Garcìa, Orgia di Pierpaolo Pasolini, Alexis di Marguerite Yourcenar.

{tab=Contatti}
Prenotazioni
Teatro Vascello
Via Giacinto Carini 72/78, Roma.
Tel. 06.5881021 – 06.5898031
Da giovedì 18 a domenica 28 novembre
ore 21.30, domenica ore 17.30
{/tabs}


Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti