Martedì, 29 Giugno 2010 14:06

Quando l'estate romana e' happy NIPPO!

Scritto da Elsa Piccione
Vota questo articolo
(0 Voti)
[CULTURA]
giapponeROMA- Nipponico, orientale, giapponese, a mandorla, jappo, sushi, sashimi e chi più ne ha più ne metta! Ma quanti di noi conoscono davvero questa cultura? Un mondo distante, distinto e pure, ma solo a volte, distorto dal fascino che rende imprecisi i suoi confini e le sue tante manie.


Ma una cosa è certa, che ci piaccia o no, il Giappone è di casa nell’estate romana. La città eterna accoglie a braccia aperte kimono e saké . E proprio alcuni giorni fa, nell’unica tappa italiana del suo tour, Roma ha accolto una vera e propria Idol giapponese, Yui Makino. E cos’è un’Idol? Un’artista teenager, di tendenza, quasi “idolatrata” dai propri fan. Sì proprio così!
Yui Makino si è esibita alla Stazione della Birra il 19 giugno scorso. In un evento organizzato dall’Istituto Giapponese di Cultura e da Romics On Tour. Ha suonato per più di un’ora il pianoforte cantando con la sua voce delicata e melodica. E sorprendendo il pubblico alla fine del concerto con un famosissimo pezzo italiano “Caro mio ben” che risale, pensate, al Settecento.
Tra l’altro va detto che la Makino oltre ad essere un’eccellente musicista ha prestato la sua voce, come doppiatrice, per il personaggio di anime “Sakura”, nella serie capolavoro delle Clamp dal concert-yuititolo Tsubasa Chronicle, realizzandone anche il tema musicale.

Per non parlare del clamoroso ritorno, dopo ben 14 anni, del tradizionale spettacolo del Grand Kabuki di Tokyo, con “Yoshitsune e i mille ciliegi”, la più famosa storia nel repertorio teatrale del Kabuki, in scena 21 e 22 giugno scorsi al Teatro Argentina di Roma. Un’opera densa di pathos con magnifici costumi, trucco vistoso, pose difficili e un sontuoso quadro scenico in grado di lasciare senza fiato, tra delicati fiori di ciliegio.
Ma gli incontri con la cultura giapponese, per la Capitale, non sono finiti. C’è già trepidante attesa per una due giorni dedicata al mondo nipponico proprio nel cuore pulsante della movida capitolina. Si tratta dell’evento Un’isola del Giappone che si terrà il 6 e 7 luglio all’Isola Tiberina.
Un evento organizzato da L’Isola del Cinema, l’Ambasciata del Giappone, l’Istituto giapponese di cultura, la Fondazione Italia Giappone, JRO (Organization to promote Japanese Restaurants abroad), Hasegawa-Saketen, in collaborazione con Comune di Roma.
Momenti di cinema e spettacolo alternati a degustazioni e incontri con volti della cultura giapponese. La prima serata ospiterà la band Gibier du Mari. Dopo la loro esibizione seguirà la proiezione del film Dear Doctor di Miwa Nishikawa.
Mentre la seconda serata prevede le danze di Kagoshima, rappresentazione di un’antica favola giapponese Yuzuru, infine la proiezione del film d’animazione Summer Wars di Hosoda Mamoru.
Insomma armatevi di bacchette e kimono alla conquista del Giappone. Quello vero (e un po’ nostrano)!

Elsa Piccione

 

 

Letto 8406 volte Ultima modifica il Martedì, 29 Giugno 2010 17:40

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti