Visualizza articoli per tag: fotografia

Martedì, 05 Agosto 2008 13:21

Sguardi ad Oriente con un tocco di mascara blu

[GRAFFI(A)TI AD ARTE]

 

 shibaFa caldo, l'asfalto sotto le scarpe si scioglie, la fantasia ci vorrebbe in paesi esotici e lussureggianti o in spiagge incontaminate che credo esistano solo su pellicola, ma questo è uno dei momenti migliori da dedicare all'arte, la fantasia è solleticata dalla stanchezza o dalla noia e Roma, stanca e annoiata come noi, può diventare ancora più piacevole quando la sera rallenta il passo.
Pubblicato in Rubriche
Lunedì, 30 Giugno 2008 11:38

Germano Serafini: un fotografo in mille pezzi

Germano Serafini, trentaduenne fotografo romano, ha poco a che fare con l’idea dell’uomo “inquadra e scatta”, ma è piuttosto un connubio di visioni dell’arte tra moderno e passato, facendo quello che pochi artisti riescono: incuriosire. E’ anche un buon comunicatore: si mette in gioco sempre con performance che coinvolgono direttamente la sua persona e si presta a qualsiasi provocazione e contrasto. Molto sicuro di sé, non pecca mai di vanagloria, ma nonostante sia avvezzo al confronto con il pubblico ci è parso insolitamente teso. Magari perché gli facevo domande da uno sgabello e lo guardavo dall’alto in basso?

Pubblicato in Interviste
Mercoledì, 27 Febbraio 2008 15:36

Affrettatevi, ma con passo felpato

[ARTI VISIVE]

Affrettatevi, ma con passo felpato; il prossimo 2 marzo chiude al Palazzo delle Esposizioni la mostra del fotografo americano Gregory Crewdson. In questa completa retrospettiva del lavoro dell'artista newyorkese si possono ammirare immagini appartenenti alle diverse serie in cui si suddivide la sua produzione... Da quella denominata "Early Work", che data dal 1986 al 1988 e raccoglie le prove giovanili di un Crewdson ancora studente, agli straordinari scatti della serie "Beneath the Roses" (2003 - 2005).

Pubblicato in News
Sabato, 24 Aprile 2010 18:02

Inaugurazione Studi 565 con Mostre di Notte

2Sabato 24 Aprile inaugurazione degli Studi 565. Dalle 19 a mezzanotte installazioni, performance, dj-set e vernissage della mostra fotografica realizzata con le opere degli artisti delle ScuderieMArteLive.
Esporranno: Vincenzo Restuccia, Matteo Sainato e Patrizio Taormina.

Studi 565 è un contenitore di 600 mq nato per soddisfare le nuove esigenze del lavoro flessibile, offrendo soluzioni ad hoc, dalla semplice postazione lavoro ad interi uffici indipendenti, mettendo a diposizione all'interno dei suoi spazi una grande sala espositiva, uno studio fotografico, sala riunioni, reception, zona relax/caffè, conessione wi-fi, servzi fax /fotocopie.

Gli Studi 565 sono in via Fraccaroli 5 (fronte metro B - Monti Tiburtini)

Si prega di confermare la partecipazione.

CONTATTI:
www.studi565.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
+393470095009

 

LA MOSTRA AGLI STUDI 565 - Descrizione opere


Fotografie di VINCENZO RESTUCCIA

In esposizione: “SALOON BAMBOLE”

L’arte è alla portata di tutti. Questo il mantra che ha ispirato Vincenzo Restuccia. Chiunque può farne parte, chiunque può posare per una fotografia, chiunque può sentirsi modella, che sia obesa o bella o brutta. O che sia una qualsiasi persona. La bellezza fotografica non corrisponde alla modella perfetta dalle forme statuarie. Ciò perché l’arte è andare oltre la banalità e gli schemi.

 

Fotografie di MATTEO SAINATO

In esposizione: “20 DAYS IN CHINA TOWN”

È spingendosi a sud di Canal Street che si entra in una delle più dinamiche enclave etniche di Manhattan, China Town. Momenti, attimi, sguardi, scene di vita quotidiana sono oggetto di questa esposizione che racconta uno dei quartieri più incredibili di New York. Cercare di capire invece cosa significa usare due macchine di diverso formato è stato lo scopo. Da una parte una 35mm, dall’altra una 6X6 che con le loro differenze stilistiche , le loro differenze espressive mostrano insieme due facce della stessa medaglia.

 

Fotografie di PATRIZIO TAORMINA

In esposizione: “THE RIP”

Occupano i muri delle strade cercando di invitare i passanti ad eventi, a votare un candidato elettorale, tentano di educare e vendere marchi e brand. La pubblicità murale spesso coinvolge o rende indifferenti, ma ancora più frequentemente si trasforma in opera d’arte: nel momento stesso in cui lascia spazio ad altri manifesti, nascondendo gli eventi precedenti, o mostrando squarci passati. In tale maniera i muri stradali si trasformano in una sorta di linea temporale che, con i suoi numerosi strati, ci ricorda e ci racconta la frenesia della città e l’irrefrenabile trascorrere dei giorni. A trenta anni dai decollages di Mimmo Rotella l’opera “The rip” (lo strappo) vuole rappresentare il tentativo opposto: raccontare un’arte che nasce per caso, ogni giorno, sui muri delle nostre città.

Pubblicato in LFM Lazio
Mercoledì, 08 Aprile 2009 10:32

MArteMagazine Rock'n'Roll

Amiamo il Rock in ogni sua forma e manifestazione. Amiamo la gente che lo ascolta. Amiamo il nostro lavoro tra gente che nonostante tutto e tutti continua a combattere per il suo sogno. E abbiamo coraggio. Da vendere.
La prima festa di autofinanziamento del MArteMagazine, periodico totalmente indipendente, nonostante i pochi mezzi e il poco tempo, ha avuto un successo molto più che discreto: c'eravate anche voi lo scorso venerdì 3 aprile al Big Bang di Roma (via di Monte Testaccio 22)?
Se c'eravate avete potuto respirare l'aria elettrizzante e le note musicali dei gruppi che ci hanno supportato ed accompagnato: Progetto T, Verso Est, The Lemmings, Angelo Elle, Marco Guazzone, Lucio Terzo, Chiazzetta, Moebius Brain e Limboskata.

Pubblicato in Editoriali
Pagina 7 di 7

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti