Visualizza articoli per tag: cinema

Martedì, 04 Novembre 2008 15:26

Faccia a Faccia con Pierluigi Ferrandini

La sveglia segna le 4:30 e la luce non ha ancora invaso il cielo notturno.
E’ ancora troppo presto per vedere l’alba ma Antonio, un giovane contadino, si prepara comunque per andare a lavorare nei campi.
Peccato che, nell’atto di uscire, l’uomo si troverà di fronte ad un piccolo inconveniente: una macchina malamente parcheggiata blocca l’ingresso di casa.
Questo è solo un accenno del corto “Vietato Fermarsi”, diretto da Pierluigi Ferrandini, vincitore della sezione Cinema del MArteLive 2008.

Pubblicato in Interviste
Lunedì, 17 Novembre 2008 13:19

Lezione ventuno, regia di Alessandro Baricco

CINEMA- “Nel novembre del 1831, fu ritrovato, sulle rive di un lago a cento chilometri da Vienna, il corpo assiderato di un Maestro di musica che si chiamava Anton Peters. L’uomo era sdraiato sulla neve, accanto a una valigia, e stringeva tra le dita un violino. Lo faceva con tale forza che fu impossibile, poi, seppellirlo senza il suo strumento”, inizia sul ghiaccio il film del famoso scrittore torinese Alessandro Baricco, nella fredda malinconia di una morte e con la spiazzante sinfonia di sottofondo di un’aria del Farnace di Antonio Vivaldi.

Pubblicato in Recensioni
Mercoledì, 12 Novembre 2008 00:02

Pa-ra-da: un film che andava girato

CINEMA- Pa-ra-da il film di Marco Pontecorvo della durata di circa 100min ci fa chiedere: ma possono il surreale e il sogno guarire la cruda realtà? Il sorriso di un eccentrico artista di strada può scatenare l’inimmaginabile? Possono i clown essere ambasciatori del sorriso, dove miseria e tristezza sono quotidianità, che sia un ospedale, una zona di guerra o nelle fogne di Bucarest? Pa-ra-da racconta la storia del clown Miloud (interpretato dal bravo Jalil Lespert), che colpito dalla dura realtà della vita dei boskettari, bambini che popolano le fogne e le stazioni della capitale rumena, decide di dar loro una chance, costruendo un circo.
Pubblicato in Recensioni
Martedì, 11 Novembre 2008 13:31

Tropic Thunder, regia di Ben Stiller

CINEMA- “Tropic Blunder la vera storia dietro le quinte della più costosa, falsa storia vera di Guerra”: quando si parla di una commedia, o meglio di un film “demenziale”, si tende sempre a sottovalutarne il reale contenuto.
Qui non stiamo parlando di parodie alla super eroi o dei più che gettonati film horror storpiati da attori americani perfettamente dimenticabili, ma bensì di un veterano della comicità: Ben Stiller.
Pubblicato in Recensioni
Martedì, 04 Novembre 2008 15:03

Chinese Coffee, regia di Al Pacino

CINEMA- Un nome ed una garanzia: per molti Al Pacino incarna lo stereotipo dell'attore perfetto: attraverso i suoi innumerevoli ruoli, tra particolari sfaccettature e audaci sfide, si è sempre classificato nelle alte vette delle preferenze del pubblico.
Forse è questa la sua particolarità: riuscire a mettere d'accordo sia critica che pubblico, senza il minimo sforzo. Non per nulla, lo stesso attore, resta il nostro Lucifero preferito, che tra una risata provocatoria e un discorso ammaliante, ci rammenta che "la vanità è il suo peccato preferito".
Pubblicato in Recensioni
Martedì, 28 Ottobre 2008 12:57

Mamma Mia, regia di Phyllida Lloyd

CINEMA- “I Have a Dream”, con questa prima strofa cantata ci ritroviamo di fronte ad un panorama greco notturno, tra acque tranquille e una giovane donna intenta ad imbucare tre diverse lettere.
Questo è solo un accenno di Mamma mia, la trasposizione cinematografica del musical che ha fatto letteralmente impazzire Broadway.
L’opera nata nel 1999 dalla mente della drammaturga inglese Catherine Johnson, è divisa in due atti ed è basata sulle canzoni del gruppo musicale svedese ABBA, tra cui la celebre “Mamma mia” del 1975.

Pubblicato in Recensioni
Mercoledì, 15 Ottobre 2008 22:55

Ludos Game Mr Pinky, regia di A. Panichi

CINEMA- Quante volte ci siamo trovati di fronte al tema del precariato? Un problema che, al giorno d’oggi, si è spinto talmente tanto da esigere una vera e propria rappresentazione, in tutte le sue forme.
Siamo partiti dall’amara commedia di Virzì “Tutta la Vita Davanti” e perfino Muccino, con la sua pellicola di stampo Americano “Alla ricerca della felicità”, è riuscito a farci commuovere davanti alla vicenda di un uomo “perduto”.
Ludo's Game Mr Pinky” è un cortometraggio diretto da Alessandro Panichi e scritto da Cristian Spaccapaniccia, prodotto dalla SimLab Digital, che ci narra la storia di un uomo al culmine del suo crollo interiore.

Pubblicato in Recensioni
Martedì, 05 Maggio 2009 13:15

Generazione 1000 euro, regia di Massimo Venier

locandina_1000euroCINEMA- 1000 euro oggi e domani chissà, ma l'importante è non lamentarsi: potremmo perdere anche quelli!
Queste le paure e allo stesso tempo le "molle" che spingono i protagonisti del film ad andare avanti in un percorso che, pur sapendo di non aver scelto fino in fondo, sentono di dover seguire.

Pubblicato in Recensioni

CINEMA- L’universo dei fratelli Coen è immenso, dispersivo alle volte, ma sempre e comunque amabilmente pittoresco.
Ci propinano, a loro modo, una seria di personaggi rocamboleschi che raggiungono livelli paradossali e che ci strappano, il più delle volte, sorrisi divertiti.
Eppure la loro commedia stilizzata raggiunge spesso livelli noir, drammatici e cupi, riuscendo infine ad allacciarsi a qualcosa di inaspettato e bizzarro, del tutto fuori dai canoni della realtà.

Pubblicato in Recensioni
Martedì, 07 Ottobre 2008 13:17

Recensioni targate ''Romics''

CINEMA- Nella sezione del Romics “Festival del Fumetto e dell’Animazione” dedicata al concorso dell’Animazione, tra le tante visioni proposte, abbiamo scelto due Anime in particolare da recensire: la serie animata Samurai Champloo e il film di stampo “famiglia Miyazaki” Gedo Senki: I racconti di Terramare.
Samurai Champloo è una serie Tv costituita da 26 episodi, prodotta dalla Manglobe (edita in Italia da Panini Video) e firmata dall’autore del ben famoso “Cowboy Bebop”, Shinichirò Watanabe.

Pubblicato in Recensioni
Pagina 13 di 16

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti