Mercoledì, 05 Novembre 2008 12:27

III Edizione del Festival di Roma: le Premiazioni

Scritto da Alessia Grasso
Vota questo articolo
(0 Voti)
[CINEMA]

Nella più che gettonata Sala Sinopoli dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, sono stati annunciati i nomi dei vincitori di questa terza edizione del Festival del Cinema di Roma, che tra una critica e l’altra, ha trovato una sua personale versione ben lontana da quella dei due anni precedenti.
Alla presenza del presidente del Festival, Gianluigi Rondi, si è dato inizio alla serata di premiazione che ha riunito professionisti della stampa, politici ed appassionati di cinema, tutti sotto lo stesso “tetto”.


Il presidente Rondi, ad inizio serata, ha espressamente ringraziato il pubblico, sia per la loro presenza che per la votazione effettuata: difatti, ad ogni proiezioni, al pubblico è stata donata una tessera per poter esprimere il proprio giudizio ed il livello di gradimento della pellicola visionata.

Le giurie delle varie sezioni di questa terza edizione si sono suddivise tra i Premi Alice nella città, composti da cinquanta ragazzi selezionati tra gli istituti di Roma e provincia sotto i diciotto anni, i Premi Collaterali, con la Giura Enel Cuore formata da i due giornalisti Giovanni De Mauro e Maria Latella, il Direttore Comunicazione di Amnestey International Riccardo Noury e il produttore Angelo Barbagallo, la Giuria L.A.R.A. (Libera Associazione Rappresentanza di Artisti), la Giuria Farfalla d’oro composta da quattordici giovani tra i diciotto e i ventidue anni provenienti da varie regioni italiane che simboleggiano l’Agiscuola, il Premio Letterario Paolo Ungari Unicef assegnato da una giuria composta da cinquanta ragazzi, la Giuria di Produttori di NCN-Focus Europe con il produttore francese Cedomir Kolar, il produttore spagnolo Simon De Santiago e la produttrice italiana Rossana Seregni e, infine, con la Giuria Giovani Registi che è stata presieduta dal regista Maurizio Sciarpa.
Nulla, tuttavia, resta più importante della giuria finale che ha assegnato l’ambito premio del “Marc’Aurelio d’oro”: i vari spettatori, primari protagonisti delle proiezioni, hanno votato per il Miglior Film, mentre una giuria di critici composta da Edoardo Bruno, Michel Ciment, Tahar Ben Jelloun, Emanuel Levy e Roman Gutek, hanno conferito i premi della critica al Miglior Film, alla Migliore interprete femminile e al Miglior interprete maschile.

Ed è così che, tra un sospiro e l’altro, ci ritroviamo immersi tra gli applausi, di film e protagonisti che hanno ghermito questa edizione fatta di ospiti importanti e di red carpet indimenticabili, che come al solito ci portano a sognare oltre la porta di casa nostra.
E seppur i bilanci non siano dei migliori, tra numeri positivi e altri sfavorevoli, il presidente Rondi conferma le sue ottimistiche prospettive, ribadendo di avere molte idee a proposito, sfoggiando già il futuro slogan del Festival:“Tutto il cinema per tutti”.
La serata si conclude con una festosa immagine: fuochi d’artificio che rifiniscono la struttura dell’Auditorium e sublimi melodie di compositori che hanno fatto la storia del cinema, come un poetico John Williams ed un epocale Ennio Morricone.
Sperando che un evento simile non appassisca, ci auguriamo una quarta edizione che possa essere realmente alla portata di tutti, per un cinema che possa riunire tutti gli appassionati che ancora oggi sognano e sostengono chi il cinema lo fa con le proprie idee.

Premio Marc’Aurelio d’Oro del pubblico al miglior film: Resolution 819 di Giacomo Battiato.
Premio Marc’Aurelio d’oro al miglior film assegnato dalla Giuria dei Critici: Opium War di Siddiq Barman.
Premio Marc’Aurelio d’Argento alla migliore interprete femminile: Donatella Finocchiaro per Galantuomini di Edorardo Winspeare.
Premio Marc’Aurelio d’Argento al miglior interprete maschile: Bohdan Stupka per Serce na Dloni di Krzysztof Zanussi.
Menzioni speciali: A corte do norte di Joao Botelho e Aide-toi et le ciel d’aidera di François Dupeyron.
Premio Alice nella città (8-12 anni): Magique! di Philippe Muyl.
Premio Alice nella città (13-17 anni): Summer di Kenneth Glenaan.
Marc’Aurelio d’Oro alla carriera: Actor’s Studio (ritirato da Al Pacino).
Marc’Aurelio d’Oro alla carriera: Gina Lollobrigida.
Premio CULT al miglior documentario presentato nella sezione Altro Cinema: Gyumri di Jana Sevcikova.
Premio ENEL Cuore al miglior documentario sociale presentato nella sezione Altro Cinema: Life. Support. Music. di Eric Daniel Metzgar.
Premio L.A.R.A. (Libera Associazione Rappresentanza di Artisti) al miglior interprete italiano in tutti i film in concorso: Michele Riondino - Il passato è una terra straniera di Daniele Vicari (Italia)
Premio L.A.R.A. - Menzione speciale: all'intero cast di Si può fare di Giulio Manfredonia (Italia)
Premio Farfalla d'Oro Agiscuola: Aide toi, le ciel t'aidera di François Dupeyron (Francia)

Letto 5620 volte Ultima modifica il Domenica, 03 Maggio 2009 23:53

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti