Martedì, 28 Settembre 2010 11:57

REPORT LIVE_ Niccolò Fabi: solo un uomo

Scritto da Edyth Cristofaro
Vota questo articolo
(0 Voti)
OSTIA- Forse era il suono delle onde del mare di sottofondo. O solo la musica e le parole meravigliose che un artista come Niccolò Fabi riesce sempre a tirare fuori dall’anima. Non era compassione per la tragedia vissuto poco meno di due mesi prima, ma forse qualcosa di più, empatia, esempio, partecipazione.



Foto0117I piedi nella sabbia fresca di una sera di inizio settembre, un’estate un po’ particolare alle spalle e un piccolo palco davanti, vicino, in un intimistico raduno di coscienze.
Ho sempre amato Niccolò Fabi e la sua musica dai toni caldi, le sue parole di dolore e di speranza, la sua capacità di saper cogliere l’attimo così umano dell’introspezione, della sofferenza e dell’amore.
Mi è dispiaciuto scoprire che il concerto di Villa Ada il 5 luglio scorso era stato annullato per problemi familiari dell’artista. Sono rimasta senza parole e con qualche lacrima in meno, quando ho scoperto quali erano i  cosiddetti “problemi familiari”.
Sono uscita ricolma di speranza vedendo, il 30 agosto, l’immane mobilitazione di artisti e gente che aveva alimentato di voce umana il palco al Casale del Treja, sulla Cassia alle porte di Roma, il luogo prediletto dalla piccola figlia scomparsa del cantautore romano, un po’ come nei vecchi festival del rock, con la voglia di tutti di andare oltre un dolore terribile.
Roberto Angelini, Pino Marino, Marco Fabi, Marco Conidi, Stefano Di Battista, Pier Cortese, Simone Cristicchi & Tosca, e Paolo Vallesi tutti a cantare Parole per Lulù. Con Foto0122una spirale colorata a sostegno dei Medici per l’Africa. E grazie all'impegno e alla sensibilità di tutti i partecipanti sono stati raccolti i 60.000 euro che serviranno a Chiulo in Angola per un nuovo ospedale pediatrico. Così le parole di Lulù oltre ad avere dato un nuovo senso alla vita di alcuni salveranno quella di molti. Pur avendo lasciato un vuoto incolmabile.

Eppure Fabi è in grado di masticare il dolore e renderlo positivo. Lo ha dimostrato ancora un’altra volta al Settimo Cancello di Ostia il 3 settembre. Sentire la sua musica scorrere libera l’impeto dell’anima, incanala le emozioni, le dirige in un mondo d’altrove dove ogni cosa ha un senso e dove si viaggia sospesi in una melodia.
Canzoni vecchie, che è sempre un piacere cogliere dal repertorio di un artista così ben preparato, canzoni nuove, che sono l’evoluzione di un percorso e l’affermazione di un talento che non si è mai nascosto, ma ha sempre brillato in quell’angolo di cielo che si è scelto.
E’ stato un concerto fuori dagli schemi quello di Ostia. Ma non solo per il mare così vicino. Sembrava, così come Niccolò ha più volte ricordato nel corso della serata (andata avanti fin oltre la mezzanotte canonica), di essere ad un falò tra amici, quando qualcuno imbraccia la chitarra e comincia a suonare. E gli altri, in coro, a cantare con lui.
Sembrava di essere vicini all’ombelico del mondo, quel punto estremo del corpo pianeta in cui ogni cosa è possibile, anche vedere le stelle ballare a ritmo di musica.
Foto0125Cosa conta poi quali sono stati i pezzi cantati? Ricordo, perché le amo visceralmente, “Non è”, “Mimosa”, “Il negozio di antiquariato” tutte dall’album La cura del tempo, ma anche “Lasciarsi un giorno a Roma”, “Vento d’estate” da Niccolò Fabi, “Ostinatamente”, “Rosso”, “Capelli” da Il giardiniere oppure “Solo un uomo”, “Attesa e inaspettata”, “Aliante” dal nuovo omonimo Solo un uomo.
La gente che era lì forse, come me, avrebbe desiderato che il concerto non finisse mai e avrebbe continuato a chiamare fuori Niccolò fino al mattino dopo. C’era una bella energia ad alimentare la notte e quegli occhi, così vicini, così limpidi, così addolorati, eppure così sereni, dolci, sono difficili da vedere. C’era la musica, questo è il punto di partenza. C’era il cuore, questo è il punto di arrivo. In mezzo le parole che mettono in comunicazione terra e cielo…

Prossimi concerti:
28/9 LAMPEDUSA @ Festival O'SCIA'
29/9 ROMBIOLO (Vv) @ Piazza S.Michele
3/10 VILLA CASTELLI (Br) @ Piazza del Municipio

Edyth Cristofaro

Letto 12336 volte Ultima modifica il Mercoledì, 29 Settembre 2010 11:11
Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.