Finale Nazionale MArteLive 2009

Indice articoli

Fabio_Ventrone_-_danza01Un’intensa due giorni per il più grande raduno italiano di artisti emergenti con oltre 500 giovani per un unico grande evento all’Alpheus di Roma

Si chiude il 4 e il 5 la nona edizione di MArteLive, il festival multi artistico della Capitale che nel 2009 ha raggiunto la sua nona edizione coinvolgendo per il secondo anno consecutivo altre città come Bologna, Bari, Napoli, Milano e Torino.
Ospiti speciali del 4 luglio saranno BUGO e LeMani. Apriranno Roberta Carrieri, Momonde e i Petramante, band di MArteLabel che ha recentemente pubblicato il primo album “E per Mangiarti meglio…”. Tra i dj ospite speciale dj ESU (L-Ektrica) e Luzy L (Torretta Sytle). La sezione letteratura ospiterà la presentazione de "Il pulpettone" di Angelo Elle (Vincitore sezione letteratura MArteLive 2007).
Il 5 luglio altri ospiti importanti come gli Offlaga Disco Pax, Erica Mou, vincitrice Premio “L’Artista che non C’era” e i This Harmony altra band di MArteLabel che ha recentemente pubblicato il nuovo album “Notturno”. Tra i dj set ospite Corry X.

Un anno di selezioni iniziato nel luglio 2008 con oltre 6000 artisti coinvolti, circa 400 spettacoli realizzati tra settembre 2008 e aprile 2009 all’interno del network di LocaliFriendsMArteLive (circa 80 in tutta Italia). MArteLive si è tenuto dal 28 aprile al 16 giugno con ben 14 eventi realizzati in location uniche all’Alpheus (Roma), TPO (Bologna), Teatro Kismet Opera (Bari), Lapsus (Torino), Casa della Musica “Federico I” (Napoli), BITTE (Milano).

In ogni città in un'unica location si sono esibiti in contemporanea oltre 150 artisti diversi distribuiti nelle 16 sezioni artistiche che compongono l’evento per un gioco di unione e differenziazione tenuto insieme dalla creatività.

MArteLive è un festival dal format innovativo e unico in Italia che riesce ad abbinare cultura a divertimento, avanguardia e cultura popolare, artisti emergenti artisti affermati a livello nazionale ed internazionale come quelli coinvolti che hanno partecipato all’edizione 2009 tra cui ricordiamo: Roy Paci & Aretuska, Paolo Benvegnù, ZU, Frankie Hi Energie, Meganoidi, 24Grana, LN Ripley, Casador (ex Giardini di Mirò).
Musicisti, attori, registi, autori, pittori, fotografi, grafici, fumettisti, dj, vj, performer, ballerini, artisti di strada, artigiani rappresentano l’universo artistico intorno al quale muove un vero e proprio movimento artistico che tra il 2008 e il 2009 ha permesso al MArteLive di crescere e affiancare ai numerosi club romani alcune tra i più prestigiose location d’Italia.

Sabato 4 luglio
ingresso intero 10 €
ridotto MArteCard 5 €

Domenica 5 luglio
ingresso intero 8 €
ridotto MArteCard 5 €

Mini-abbonamento intero per le 2 serate 12 €
Mini-abbonamento con MArteCard 10 €



BUGO

bugo_newsVero nome Cristian Bugatti, nato nel 1973 a San Martino di Trecate tra le risaie del novarese.
Durante il servizio militare impara a suonare al chitarra e scrive le prime canzoni. Comincia a fare qualche concerto con un gruppo da lui fondato ma presto decide di esibirsi da solo. Entra in contatto con la scena milanese e nel 2002 firma per Universal. Gli esordi discografici sono caratterizzati da un sound grezzo e ruvido accompagnato da testi il più delle volte surreali ma anche romantici e malinconici. Cantautore genuino e sottile, Bugo nel corso degli anni ha sperimentato diverse forme di scrittura che lo hanno portato a definire uno stile immediato ed essenziale, come testimoniato dall album del 2008 "Contatti" in cui Bugo rinnova il suo antico amore per la musica elettronica.


OFFLAGA DISCO PAX

offlaga_disco_pax_newsIl collettivo Offlaga Disco Pax, composto da Enrico Fontanelli, Daniele Carretti e Max Collini, ha esordito sul mercato discografico tre anni fa con il pluripremiato “Socialismo Tascabile”, disco che è stato il piccolo/grande caso della discografia indipendente italiana nel biennio 2005/2006 con le sue ottomila copie vendute e un tour infinito di quasi 160 concerti in venti mesi in tutta Italia. e molti i riconoscimenti ottenuti: miglior gruppo indipendente per il MEI 2005, Premio Ciampi per il miglior disco d’esordio, Premio “Fuori dal Mucchio” sempre come migliore esordio.
Il video di “Robespierre” ha vinto il premio Fandango come miglior Video Indipendente e il Premio Video Italiano come miglior video assoluto del 2005. Dopo la pubblicazione anche in doppio vinile di Socialismo Tascabile grazie alla bolognese Unhip records (ottobre 2006).

Il trio si caratterizza per sonorità che uniscono l’elettronica analogica a basso e chitarre, sonorità accompagnate da testi in italiano declamati anziché cantati in modo classico.
Narrazioni vere o verosimili dall’ambientazione molto identitaria, sia dal punto di vista
territoriale che ideologico. La formula, semplice quanto peculiare, ha inaspettatamente
portato a una rapida affermazione del gruppo sulla scena non solo indipendente.

Ora è la volta di “Bachelite”, un secondo album decisamente molto atteso. Il disco è uscito nei negozi l’otto febbraio 2008 accompagnato da grande clamore su tutta la stampa specializzata e da un tour che ha registrato diversi sold out in tutta Italia.
Intanto è rimbalzato dalle radio indipendenti a Radio Deejay il singolo scelto come apripista della nuova avventura: “Ventrale”. Il brano è dedicato agli eroismi di Vladimir Yashchenko, l’atleta sovietico che trenta anni fa a Milano realizzò uno stratosferico record del mondo del salto in alto.


LeMani

lemaniLeMani, la band nata nel 2004, l’incontro con gli Ar.Ca.Dia è stato il big bang per una nuova avventura, fatta di punti vista complementari, mai univoci, che hanno innescato un clima assolutamente creativo. Le idee hanno cominciato a rimbalzare fra di loro, arricchendo la prospettiva sonora, portandola verso un pop indipendente contemporaneo, che non ha rinunciato ai momenti di forza e all'elettricità, sul palco e in studio. Il nome Le Mani nasce per mettere in evidenza un approccio senza rete, di sensibilità pura e semplice nei confronti delle emozioni.

Una parte del corpo che mette costantemente in contatto con la realtà, che può accarezzare e aggredire, come la musica che viene suonata. In Fondo è il primo disco della band e arriva dopo un percorso non troppo tortuoso, fatto di tantissime date dal vivo, di infinite ore in sala prove, di qualche delusione e di molti entusiasmi. Le canzoni che vengono offerte sono introspettive e squillanti, tenere ed energiche, trasognate e puramente rock.

Dalla piccola elegia di L’unica alla sofferenza nevrotica de L’ultima lettera, passando per un singolo ben pensato come Stai bene come stai, a tutti gli effetti un esempio riuscito di quanto si possa essere trascinanti senza perdere in grinta. È pop, se volete, perché incarna e attualizza il nostro bel canto (Semplice distrazione, Come nelle favole) con un’attitudine più fresca e contemporanea, ed è rock, perché non si nega le sue deviazioni più serrate, all’interno spesso della stessa canzone.

Questa costante dialettica fra suono e rumore, fra melodia e (piccola) distorsione è uno dei punti di forza de Le Mani. Consapevolezza di un panorama adulto, dove una formazione può amare i cantautori da un lato e l’hard evoluto dall’altro, evitando ogni complesso di inferiorità. È su una scia del genere che si arriva ai movimenti sussultanti di Ricordi d’estate, alle pulsazioni elettro-sintetiche e trasognate di Dormi, al ritratto di Elenoire. Movimenti in cui è l’amore a farla da padrone, con le sue disperazioni, i suoi riscatti e i suoi ricatti: una poetica affrontata con le mani, evitando qualsiasi pellicola protettiva.

Tra i riconoscimenti più importanti, va segnalata la vittoria nell’ambito del Premio Videoclip Italiano edizione 2007 per il miglior video categoria emergenti con il brano Stai bene come sta e la partecipazione, nel giugno dello stesso anno,all'Heineken Jammin Festival.


Erica Mou

erica_mouErica Musci, nata il 6 aprile 1990. Studia canto dall'età di 5 anni e chitarra da 11. Il suo primo gruppo, Ombre Anomale, risale al 2005 con cui ha partecipato a numerosi concorsi ed eventi musicali. Dalla fine del 2007 si esibisce come solista presentando inediti di propria composizione.  Vincitrice del Liri Festival 2008.
Tra i protagonisti del DVD Roxy Bar num.32 (mese di Agosto 2008). Vincitrice di La Canzone Italiana d'Autore 2008.
Vincitrice del Garofano D'oro 2008. Vincitrice del Premio Speciale Vitamine Controradio. Vincitrice del trofeo "Miti della Musica" Volkswagen 2008. Miglior Testo, Premio A. Daolio, Sulmona 2008. Microfono Sisme per la miglior interpretazione, Audizioni Musicultura (12 febbraio 2009). Vincitrice del concorso L'artista che non c'era 2009. Premio SIAE Miglior Testo (Premio Mauro Carratta 2009). Vincitrice Arè Rock Festival 2009

 


This Harmony

this_harmony_news“Notturno”. Il sogno.  Il terzo album dei This Harmony, band perugina unica sulla scena italiana. Quattro  musicisti, per un’esperienza che ha nella bellezza, nell’armonia, nella capacità evocativa delle note le proprie chiavi d’interpretazione.  I This Harmony sono un progetto musicale visionario, inedito.  Quattro ragazzi, una base rock ed una linea guida che riporta ad arie e movimenti  classici, scritti. Un suono tra il sacro ed il profano, tra la terra ed il cielo, tra la realtà e l’immaginazione. Il  punto d’incontro ideale tra l’attuale vena indie ed armonie di matrice  classica, scritte.  Ora la band presenta questo nuovo terzo album. “Notturno”. Pubblicato dalla neonata etichetta  MarteLabel, prodotto da GB Music e Rai Trade.

“Notturno" è un album, un live, ed uno spettacolo teatrale. Intorno alla trama del disco MarteLive e la sua neonata etichetta MArteLabel hanno costruito una piéce che ne asseconda e ne dipinge una chiave di lettura e che ora verrà portata in una tournee nei teatri di tutta Italia. Un progetto parallelo al disco ma da esso dipendente, che permetterà ai “This Harmony” di sperimentare la propria presenza scenica, la propria essenza  comunicativa davanti a luoghi e platee differenti dagli abituali club. E di continuare  nella sintesi tra mondi musicali e scenici apparentemente lontani ma invece riassumibili in un due semplici concetti: la bellezza della musica ed il sogno.

 


 

Petramante

petramante_header_2I Petramante nascono senza preavviso nell’estate 2004, tra campi di girasole e vigneti della campagna umbra. Sono un gruppo che fa perno sulla cantautrice Francesca Dragoni. L’intimità prende corpo sonico finendo dritta nel primo demo, che nel 2005 porta il gruppo alle finali di concorsi nazionali: tra i 25 dell’”Heineken Jammin’ Festival Contest”, unici umbri di “Primo Maggio Tutto l’Anno 2005”, tra gli 8 del “Premio Paolo Pavanello - canzone d’autore” (da cui una compilation per la Lilium Produzioni), Martelive. E poi feste dell’Unità e sagre di paese, fino a una fortunata turnée in terra austriaca. Dividono il palco, tra gli altri, con Paolo Benvegnù, Mau Mau e Tetes de Bois. Con il 2006 la famiglia base si scinde e arrivano nuovi elementi proprio durante le registrazioni del secondo demo.

Petramante - sul palco
Francesca Dragoni_voce&chitarra acustica, Simone Stopponi_chitarra elettrica&voce, Maurizio Freddano_basso, Alessandro Graziani_batteria


Roberta Carrieri

coverdiscocarrieriwClown trampoliera, performer in installazioni, vestita da Barbie fetish in una confezione trasparente, con ostensorio e gomma da masticare in bocca, al limite della provocazione, immobile per ore, addormentata in una valigia rossa come la bambolina di porcellana di un carillon, ama trasformarsi ma soprattutto cantare e scrivere canzoni.
Roberta Carrieri viene da una forte esperienza teatrale e performativa (Teatro Kismet O.perA., Quarta Parete) e questo suo continuo lavorare con le immagini si traduce in una scrittura visiva in cui le parole, usate in modo evocativo e non narrativo, dipingono sensazioni in maniera molto personale, a tratti onirica.
Una voce da non dimenticare, personale e potente, trascinatrice e ironica, si inerpica in vorticosi vocalismi da vertigine oppure delinea melodie facili da ricordare ma allo stesso tempo raffinate.
Dal vivo porta questa teatralità, non eccessiva, semplicemente accennata che le è peculiare.
Spesso da sola, voce e chitarra, con la semplicità che le è propria arriva al pubblico in maniera diretta con una schiettezza disarmante.
Canta le sue canzoni che sono pagine di diario, come raccontasse un segreto, ad alta voce o sussurrandolo; a volte invece sono storie immaginate, personaggi che nel suo trasformismo, ama indossare.
Nata come cantante (a soli 15 anni) in un gruppo di folk irlandese e scozzese, Mc& O' dalle cui ceneri sono poi nati i Folkabbestia, Roberta Carrieri si divide tra canzoni e teatro. In passato è stata voce dei Funambolici Vargas (con i quali è stata ospite al Premio Tenco) e con i Quarta Parete (con i quali ha vinto Arezzo Wave e due volte il Premio Recanati e Premio Grinzane Cavour con un suo testo). Nel 2003 si trasferisce a Milano e decide di intraprendere un progetto solista. Con questo progetto è tra i vincitori del Festival Nazionale Cantautori (2001), Primo Maggio Tutto L‘Anno (2005), L’Artista Che Non C’era (2005).
Roberta Carrieri è anche la voce dei Fiamma Fumana, uno dei gruppi più importanti di World Music Italiana. Con loro ha cantato nei più prestigiosi teatri e festival in Europa, Stati Uniti e Canada e ha partecipato al film documentario “Di Madre in Figlia” prodotto da Davide Ferrario, in anteprima al Toronto Film Festival nel 2008 e presentato poi al Torino Film Festival.
Numerose sono anche le collaborazioni con altre realtà musicali, tra queste la partecipazione al disco Maledette Canzoni di Giangilberto Monti (un tributo ai maudits francesi), la performance di interazione fra disegno e musica dal titolo “Tres!” col disegnatore Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti) e la partecipazione, con la sua versione della bellissima “Labbra Blu”, a “Il Dono”, tributo ai Diaframma prodotto da Federico Fiumani.

 


SEZIONE MUSICA

4 luglio

1) Pino Cerrigone 
2) Tubax
3) Vinegar Socks
4) Andrea Di Donna and Red Light DIstrict
5) U Papadia
6) Foxhound
7) Najvira

5 luglio

1)    Camillore
2)    Giochi di Lola
3)    Soul Drivers
4)    Yes Daddy Yes
5)    Eskimo Trio
6)    Naadir


SEZIONE TEATRO

4 luglio

1)    Compagnia Genovese Beltramo in “Nonno Rosenstein nega tutto”
2)    Teatro delle QuattroeQuarantotto in “Ad altezza d’uomo”
3)    Teratrificio Esse in “R’umorismo”
4)    URTeatro in “L’era dei pesci”
5)    Cassepipe in “Fari nella nebbia”

5 luglio

1)    Pennelli di Vermeer in “La sacra famiglia”
2)    Compagnia Fatalamanga in “The first”
3)    La Fabbrica in “Hamlet Circus”
4)    Chiara Tomarelli n “Madonne di Beslan”
Ospite:
Scuola di Match di Improvvisazione Teatrale

 


SEZIONE DANZA

4 luglio
1)    Rossana Damiani con “Flora”
2)    Al-Varo con “Anche i piedi hanno i loro meriti”
3)    Valentina Parlato&Fenia Katsopoulou  con “Parte Prima”
4)    Elisabetta Consonni con “Maquillage”

5 luglio
1)    Pomigliano Danza con “Romance in heaven”
2)    Noemi Valente con “Playground”
3)    Muxarte con “Monka”
4)    La Nonna Danza con “Derrumbe”

 


SEZIONE ARTE CIRCENSE

4 luglio

1)    Le Takiti
2)    Poliwedrici
3)    Dolly Bomba
4)    Baracca e Bretella

5 luglio

1)    Sbandieratori di Carpineto Romano
2)    Circo Squilibrato
3)    Irene Betti Contorsionista


SEZIONE LETTERATURA

4 luglio

1) Luca Latini – Roma
2) Bardamù – Torino
3) Giacomo Nencioni – Roma
4) ospite: Angelo Elle
5) Valerio Lundini – Roma

Ospite:
A
ngelo Elle

pulpettone_angelo_elleAngelo elle presenta Il PULPettone Libro+disco+libro

La solita raccolta di racconti? No, molto di meno.
La solita raccolta di racconti con ricette culinarie? Nooooo, allora non capite, molto di meno
Il solito audiolibro irriverente e cinico? Ma nooooooo, molto, molto di meno
Il solito disco di un musicista pseudo scrittore? Niente, proprio non ci siamo
Il solito packaging con libro e pennetta USB annessa? Ma dai, lo fanno tutti
Ma allora di cosa stiamo parlando? Semplice, di molto meno
Se avete bisogno di un momento di superiorità per critiche artistiche e filosopippe amatoriali o semplicemente per usare le solite frasi del tipo “ niente di nuovo” , “ già fatto ”, “ che palle questo ”, “ che fica quella al tavolo 4 “, sabato 4 luglio all'Alpheus in occasione della finalissima del Martelive 2009 è il momento giusto per fare una bella figura da acculturato, Angelo elle , scrittore, musicista, videomaker , fonico , arrangiatore e attualmente collezionista di paperelle da bagno, vi invita alla presentazione del suo Libro ( IL PULPettone)+ Disco ( LATO A LATO L) + Audiolibro nella sua fantastica installazione scenografica culinaria , dove fra racconti , brani musicali e performance di reading proverà a spiegare perché se uno dice “ fingerfood ” fa tanto chic mentre se dice “ magno con le mani ” fa la figura del monnezza.

5 luglio

1) Lorenzo Iervolino – Roma
2) Claudio Renzi – Roma
3) Lucio Pacifico – Napoli
4) Cristian Caricola – Bari
5) Massimiliano Martines – Bologna
6) Emanuela Mascherini – Roma



SEZIONE PITTURA

4 luglio

1)    Paola Rollo
2)    Fabio Mazzola
3)    Michele Arlotto
4)    Sebastiano Midulla
5)    Luca Morici
6)    Elvira Biatta
7)    Alessio Fralleone
8)    Anna Santilli

5 luglio

1)    Paola Adamo
2)    Roberto Maiorca
3)    Antonio Conte
4)    Arianna Tuffu
5)    Roberta Ravoni
6)    Donatella Giordano
7)    Paolo Petrangeli
8)    Bogdan Ursu Ionut


SEZIONE FOTOGRAFIA

4 luglio
1)    Giorgia Barchi
2)    Vincenzo Restuccia
3)    Antonello Petrò
4)    Marco di Gioia
5)    Francesca Rinaldi

5 luglio

1)    Dario de Cristofaro
2)    Francesca Rao
3)    Roberto de Fano
4)    Carmine Arrivo
5)    Daniele de Vitis

 


SEZIONE FUMETTO

4 luglio
1)    Giulia Tolino
2)    Videns Pictures

5 luglio
1)    Simona di Gianfelice
2)    Pierangelo Lacasella e Francesco Gusella


SEZIONE GRAFICA

4-5 luglio
1)    Liza Marie Celestini
2)    Eva Puntillo
3)    Maurizio Cignoni
4)    Marco Biagioni
5)    Mauro Carlieri

 


SEZIONE WRITERS

4 luglio
1)    Zampetta
2)    Tosh

5 luglio
1)    Wyz

 


SEZIONE CINEMA

4-5 luglio

1)    Daniele Balboni con “Asade”
2)    Federico Mutti con Domingo Frango Assado”
3)    Stefano Teodori con “Vita di 50 euro”
4)    Marco Renda con “Batman - senza confini”
5)    Stefano Delle Cave con “All in”
6)    Alessio Inturri con “R.M.A. Rapina a mano armata”
7)    Marco Danieli con “Ultima spiaggia”
8)    Alessandra Bruno con “Nessuno sa”
9)    Raffaele Manco con “Ci vediamo presto”
10)    Marta Palazzi, Daniele Scali e Jacopo Lanza con “U’ Sciroccu”
11)    Andrea Fazzini con “Chat noir – Rete di passione”
12)    Guido Tortorella con “Cronaca di un rapimento”
13)    Lorenzo Veracini, Nandin Nambiar e Marco Avoletta con “A bicycle trip”
14)    Nino Sabella con “Maradona baby”
15)    Andrea De Sica con “Il grande spettacolo”


SEZIONE VIDEOCLIP

4-5 luglio
1)    Marco e Paolo Bruciati con “La nave” dei Carneigra
2)    Marcello Saurino e Michele Salvezza con “La storia del perdente” dei La Resistenza
3)    Giovanni Caloro con “Etere” degli Ourmemories
4)    Simone Pellegrini con “Soon” dei Medusa’s Spite
5)    Fratelli di Felice con “Non resto qui” dei Sunflowers
6)    Swan con “S.o.s.” dei Terzobinario
7)    Valentina Ferrari con “The butterfly ancantment” degli Armida


SEZIONE MODA&RICICLO

Esibizione solo il 5 luglio

5 luglio

1)    Mad Cut
2)    Mitzi
3)    Miss Kiddo
4)    Ugo Masini
5)    360º Creazioni Artigianali


SEZIONE DJ

4 luglio
1)    Ska Tramp
2)    RdZ

5 luglio
1)    Iamba Sound
2)    Andrea Loko

 


SEZIONE VJ - Resident Vj 3Eg0 klipman

klipman_vj3Eg0 klipman è un visual performer italo-argentino. Dopo la laurea in Media Production conseguita in Inghilterra è tornato a Roma dove si dedica alla realizzazione di immagini e video per dj set, concerti musicali, eventi e opere teatrali.
Collabora da tempo con il MArteLive come responsabile della sezione VJ e da quest'anno ne è resident visual performer, accompagnando con le sue immagini i prestigiosi ospiti musicali della manifestazione.
Il suo è un racconto non lineare, costituito da armonie e dicotomie suggerite dal ritmo e dalle intuizioni estemporanee.

 

 

  • Visite: 9112

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti